• 21 Gennaio 2022
  • PIANETA ANIMALI

Animal Equity rivela l’orrore degli allevamenti e dei wet market in India

La nuova inchiesta di Animal Equality con il filantropo Ari Nessel rivela immagini di violenza sconvolgente e la sofferenza degli animali allevati e macellati a scopo alimentare

Efferatezze e uccisioni violente a danno degli animali: è quanto rivela l’ultima investigazione di Animal Equality realizzata in India e rilasciata oggi attraverso immagini inedite e raccolte sotto copertura con la partecipazione di Ari Nessel, imprenditore e filantropo statunitense sostenitore dell’Ong.

In India, patria del concetto di non violenza nei confronti di ogni essere vivente, il crescente aumento degli allevamenti intensivi e dei macelli nuoce gravemente non solo agli animali coinvolti nell’industria della carne che sono vittime di abusi, ma anche all’ambiente e alla salute pubblica.

L’investigazione realizzata dal team investigativo di Animal Equality, con la partecipazione di un suo speciale sostenitore, racconta le violenze brutali commesse nei confronti di bovini, galline e pesci allevati all’interno di stabilimenti industriali e macellati in pessime condizioni igienico-sanitarie in veri e propri wet market, i cosiddetti mercati umidi condannati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) in quanto serbatoi di virus e malattie zoonotiche pericolose per l’intero ecosistema.  

Il filantropo statunitense Arin Nessel al fianco di Animal Equity

Il Mahatma Gandhi ha affermato che la grandezza di una nazione e il suo progresso morale possono essere dimostrati dal modo in cui un Paese tratta i suoi animali. Guardando il modo in cui il mio Paese, gli Stati Uniti, e l’India trattano i propri animali, “grandezza” non è la parola che userei per descriverli”, ha affermato Ari Nessel a seguito dell’investigazione a cui ha preso parte.

Imprenditore, filantropo, conduttore di podcast e fondatore di The Pollination Project, Ari Nessel, si è unito a Animal Equality India per documentare le gravi condizioni in cui vivono gli animali all’interno di macelli e allevamenti del Paese. Ciò che è stato scoperto è inquietante, soprattutto perché avvenuto in un Paese come l’India noto per avere la più alta percentuale di vegetariani nel mondo.

Animal Equity
Arin Nessel

Polli agonizzanti, pesci scuoiati vivi e vitelli impagliati al fianco delle madri

Il team investigativo e Ari Nessel hanno assistito dal vivo a scene raccapriccianti come quelle di polli in agonia che non riescono a respirare a causa dell’ammoniaca concentrata all’interno dei capannoni in cui sono rinchiusi e allevati. Si tratta di allevamenti intensivi nei quali si punta a far crescere rapidamente questi volatili. A causa del trattamento disumano spesso questi animali soffrono di gravi problemi di salute e muoiono in modo lento e doloroso.

Anche il trattamento riservato nei confronti dei vitelli non è da meno. I maltrattamenti sono all’ordine del giorno, spesso non ricevono cure adeguate e in alcuni casi vengono fatti morire di fame perché ritenuti inutili per l’industria alimentare indiana. C’è inoltre un particolare macabro che ha colpito Nessel e gli investigatori presenti: quello di mettere i vitelli privi di vita, scuoiati e imbottiti, vicino alle madri.

Infine non è passata inosservata l’abitudine di macellare capre e pecore davanti ad altri animali vivi e quella di scuoiare i pesci vivi all’interno dei wet market, quest’ultima messa in atto nella maggior parte dei casi da parte di bambini in tenera età.

Quanto scoperto in India deve sensibilizzare tutto il mondo

Alice Trombetta, direttrice esecutiva di Animal Equality Italia, sulla vicenda ha affermato: “Spero che grazie a questa investigazione l’India, ma anche tutti gli altri Paesi, si possa gettare ancora una volta luce sulla  terribile realtà degli allevamenti intensivi e dei macelli e che le istituzioni e i cittadini si uniscano per porre fine a queste atrocità”.

L’intera indagine è stata estenuante mentalmente e fisicamente per tutti. Abbiamo fatto del nostro meglio per coprire il maggior numero di posti possibile e per registrare la difficile situazione degli animali allevati in India”, è quanto dichiarato da Amey Deshmukh, managing director di Animal Equality India.

Tags

Norbert Ciuccariello

Classe 1976, fondatore del quotidiano web nazionale il Valore Italiano e del quotidiano locale Torino Top News. Oltre a ricoprire l'incarico di editore e giornalista pubblicista è un imprenditore impegnato nel settore della moda e della contabilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati