CULTURADAL MONDO

Aperto sull’isola di Zanzibar il Freddie Mercury Museum

Inaugurato il 24 novembre scorso il Freddie Mercury Museum a Stone Town, luogo di nascita del leader dei Queen, sull’isola di Zanzibar. L’iniziativa è dell’italiano Andrea Boero, e di Javed Jafferji, amico della famiglia del cantante. Allestito nell’abitazione su Shangani Street dove Mercury visse, il museo è stato aperto cinque giorni fa per commemorare il 28esimo anniversario della scomparsa del musicista. “Un sentito ringraziamento – hanno dichiarato i fondatoriva alla famiglia Bulsara, agli amici di Freddie, e ai Queen che in questo coinvolgente percorso ci hanno sostenuto. Ora anche Freddie ha il suo museo, come merita”. Dopo un lavoro di ricerca approfondito, Boero e Jafferji hanno raccolto oltre 100 foto esclusive, testimonianze, e dediche, tutto custodito al piano terra della casa dove Farrokh Bulsara, vero nome di Freddie, abitò. La struttura museale racconta della fanciullezza in Zanzibar, della scuola a Panchgani in India, e del percorso che ha portato la “Regina” a diventare un’icona musicale.

Articoli Correlati