SPORTԑ PRIMO PIANOԑ TOSCANA

Aprilia ha festeggiato i suoi campioni di ieri e di oggi

FIRENZE. L’Aprilia ha festeggiato al Mugello i suoi campioni di ieri e di oggi, portando sullo storico circuito oltre 10 mila appassionati. L’Aprilia Day ha consentito ai fan di incontrare piloti come Andrea Iannone, Aleix Espargaró e il tester Bradley Smith. Oltre a vederli da vicino, i tifosi hanno potuto ammirare i loro beniamini in azione sulle loro RS-GP. Ma non solo. Tra le “All Stars” Aprilia non potevano mancare anche Max Biaggi, Alex Gramigni, Loris Capirossi, Roberto Locatelli, Manuel Poggiali, Lorenzo Savadori, tutti piloti che hanno scritto pagine importanti nella storia di Aprilia.

Fin dalle 10 del mattino e per tutta la giornata il paddock verrà animato da Virgin Radio con la presenza del suo direttore artistico Dj Ringo che dal palco intratterrà il pubblico con musica, eventi e giochi.

Nel corso della giornata è stata presentata in anteprima mondiale la RSV4 1100 Factory, una superbike da 217 cavalli. Sky Sport ha seguito l’evento del Mugello, una vera e propria parata di stelle e una favolosa giornata di festa. Su Sky, inoltre, presto anche uno speciale per raccontare la storia di questo team rientrato nella MotoGP da qualche stagione e che nella propria bacheca conserva ben 54 titoli (sette di questi in WSBK, 294 vittorie nei GP).

La manifestazione si è chiusa con un momento molto suggestivo. Decine e decine di moto sono infatti scese in pista per una parata mozzafiato. Una carrellata di moto, tra tifosi, amatori e tanti dipendenti Aprilia che hanno potuto testare un tracciato favoloso che tornerà protagonista del Motomondiale. L’appuntamento è per il 2 giugno prossimo.

Hanno detto…

Loris Capirossi: “Al Mugello ci sono stati tanti duelli con Biaggi. E quante volte l’ho suonato! Scherzo! Grande giornata di divertimento con tanta gente. Bello scendere in pista in questa occasione”.
Max Biaggi: “Livera fantastica quella della RSV4 1100 Factory, moto che racchiude il meglio della tecnologia Aprilia. 230 e più cavalli e un po’ di elettronica. A chi non conosce il mondo Aprilia dico che va provata. Sfidare Capirossi? Ha l’entusiasmo dei tempi d’oro ma questa giornata è di puro divertimento”.
Alex Gramigni: “Bella festa, sono felice. Primo campione del mondo con Aprilia? Sì, ma non mi sento tra i più vecchi. Lo sono sulla carta d’identità. Quando superi i 40 sei già vecchio, ma ci sono eccezioni come Rossi. Alla fine dipende solo da come ti senti”.
Roberto Locatelli: “Bellissimo, anche essere con i ragazzi che oggi fanno parte dell’Aprilia. Occasioni come questa ci fanno sentire come loro”.
Manuel Poggiali: “Favoloso partecipare con così tanta gente. Davvero una grande festa Aprilia”.
Andrea Iannone: “In questo momento mi sento fortunato ad essere in mezzo a tanti campioni. Sono cresciuto con il loro esempio. In Aprilia sono arrivato al momento giusto, con un team che vuole riscattarsi. Ho l’esperienza giusta e sono felice”.

Loading...

Articoli Correlati