CRONACHEԑ CALABRIA

Avevano tritolo, detonatore, una pistola, due gli arrestati

REGGIO CALABRIA. Duecento grammi di tritolo, con annessi detonatore e miccia; una pistola clandestina, cartucce di vario calibro e due coltelli sono stati sequestrati a Reggio Calabria dalla Guardia di finanza che ha arrestato due persone G.P, di 43 anni e M.S., di 45. Trovati e sequestrati anche oltre 4 chili di hascisc, 400 grammi di marijuana e 4.500 euro in contanti.
    I finanzieri dopo avere notato che una persona sospettata di spaccio aveva tentato di disfarsi di un pacchetto che poco prima gli era stato consegnato, hanno proceduto ad un controllo trovandogli addosso 100 grammi di marijuana. Intanto un’altra pattuglia ha seguito la persona che aveva ceduto il plico che, ignara di quanto accaduto in precedenza, si era avvicinata con fare sospetto ad un garage e che è stata bloccata.

Al termine della perquisizione all’interno del locale i finanzieri hanno trovato l’esplosivo, la pistola, il munizionamento e l’altra sostanza stupefacente trovando anche i contanti. L’operazione repressiva in argomento si inserisce nell’ambito di un più ampio piano straordinario di controllo del territorio, disposto dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria ed eseguito mediante penetranti e pianificate attività di monitoraggio delle aree e degli snodi della città risultanti essere maggiormente a rischio. Nello specifico, alcune pattuglie delle Fiamme Gialle, durante lo svolgimento di attività di appostamento ed osservazione eseguite nel rione Gebbione di Reggio Calabria nei confronti di un soggetto sospettato di minuto spaccio di stupefacenti, notavano come il medesimo, immediatamente dopo aver ricevuto un plico, all’avvicinarsi dei militari e al culmine di uno stato di allerta crescente, si liberava del pacchetto appena cedutogli.

Articoli Correlati