POLITICAԑ TOP NEWS

Bonus Inps ai deputati: la Lega sospende Elena Murelli e Andrea Dara

Domani il presidente dell'Inps sarà collegato in videoconferenza con la commissione Lavoro della Camera e potrebbe svelare i nomi di tutti gli onorevoli che hanno beneficiato o richiesto il bonus.

Nonostante tutta l’Italia sia in trepidante attesa di conoscere i nomi dei deputati ‘furbetti’ che hanno intascato i 600 euro del bonus Inps spettante ai titolari di partita Iva, la Lega ha già individuato i nomi di due eletti tra le proprie fila che hanno intascato l’ingente somma, oserei aggiungere fondamentale per la loro sussistenza: si tratta di Elena Murelli e Andrea Dara.

Dopo la scoperta il partito ha deciso di sospendere i due deputati, a comunicarlo il capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari: “Dopo aver ascoltato e verificato le rispettive posizioni, si conferma il provvedimento della sospensione. Pur non avendo violato alcuna legge è inopportuno che parlamentari abbiano aderito a tale misura e per questa ragione abbiamo deciso e condiviso con i diretti interessati il provvedimento della sospensione.” Il Carroccio ha così seguito la linea dettata dal leader Matteo Salvini, che ieri mattina al programma tv Agorà Estate aveva annunciato di aver dato indicazione di sospendere e non ricandidare, in caso di elezioni, chiunque avesse fatto richiesto o ottenuto il bonus.

murelli Dara bonus

Nella nota ufficiale Molinari non si fa scappare l’occasione di attaccare i vertici dell’Inps, accusati di non aver saputo aiutare a dovere i lavoratori in difficoltà economica da inizio pandemia: “È comunque incredibile che i vertici dell’Inps non abbiamo versato ai lavoratori che aspettano da marzo quanto dovuto e che abbiano invece versato a chi non era in difficoltà. In qualsiasi altro paese i parlamentari sarebbero stati sospesi ma il presidente dell’INPS sarebbe stato licenziato“.

Intanto continua la caccia ai nomi dei parlamentari, argomento che in questo periodo sembra riesca a monopolizzare l’attenzione degli italiani molto di più delle notizie del calciomercato, e in questo senso si è mosso il Garante per la protezione dei dati personali che ha deciso di inviare una richiesta di informazioni all’Inps e ha aperto una istruttoria in ordine alla metodologia seguita dall’Istituto rispetto al trattamento dei dati dei beneficiari del bonus Covid per le partite Iva e alle notizie diffuse al riguardo.

Secondo quanto si apprende da fonti parlamentari la commissione Lavoro della Camera è stata convocata venerdì alle 12 per l’audizione informale in videoconferenza di Pasquale Tridico. Sarà l’occasione per venire finalmente a conoscenza dei nomi dei cosiddetti ‘furbetti del bonus’. Sempre che il presidente dell’Inps non decida di appellarsi alla ‘facoltà di non rispondere‘.

Carlo Saccomando

Tags

Articoli Correlati