• SPORT

Calcio. Il punto sulla giornata numero 25 della A

TORINO. Nella venticinquesima giornata di campionato è cambiato poco a livello di classifica, molto a livello di umore per alcune delle protagoniste in Serie A.

La Juventus rimane saldamente al primo posto con la vittoria di misura conseguita allo stadio Dall’Ara contro i padroni di casa del Bologna, grazie ad un gol della “JoyaPaulo Dybala, subentrato nel secondo tempo. Un incontro poco brillante per i bianconeri, che sembrano aver subito il contraccolpo psicologico a seguito della sconfitta in Champions League contro l’Atletico. Felsinei pericolosi in diverse occasioni della gara, rigenerati dopo l’arrivo di Mihajlovic e di alcuni nuovi elementi come Sansone, Edera e Soriano, che hanno rimpolpato il reparto avanzato. Dybala è riuscito a sfruttare una delle poche disattenzioni della difesa avversaria, grazie alla freschezza e alla voglia di riscatto. C’è da chiedersi se questo genere di prestazioni possano aiutare la squadra a raggiungere il top della forma per il ritorno degli ottavi di coppa, oppure preoccupare maggiormente l’ambiente e caricare i giocatori di troppe responsabilità, visto che la vittoria della “Coppa dalle grandi orecchie” è sempre stato dichiarato come l’obiettivo principale della stagione in corso. Manifesto più evidente di questa volontà è rappresentato dall’acquisto estivo di Cristiano Ronaldo.

L’esultanza di Arkadiusz Milik

Il Napoli nel match domenicale delle 18 rifila un secco 0-4 in casa del Parma, in netta ripresa dopo i due pareggi consecutivi a reti bianche con Fiorentina e Torino. Le reti sono state realizzate da Zielinski, Ounas e doppietta di Milik, il polacco conferma di essere il miglior realizzatore stagionale in casa azzurra con 14 reti in campionato ed una in Coppa Italia.

L’Inter trova un pareggio beffa in trasferta contro la Fiorentina. Nerazzurri sprofondano nell’Abisso della VAR, Abisso inteso come il cognome del direttore di gara, che utilizza la VAR in moltissime occasioni e risolve in maniera corretta quasi tutte le situazioni poco chiare. Ribadiamo il “quasi” in quanto al minuto 101, dopo una lunghissima attesa giudica il tocco di D’ambrosio in area come fallo di mano. Dalle molteplici riprese trasmesse dalle tv sembrava un tocco di petto finito per rimbalzare involontariamente sul braccio. Abisso non è dello stesso avviso e assegna il calcio di rigore che verrà trasformato da Veretout, permettendo alla squadra viola di raggiungere il pareggio in extremis per 3-3. I precedenti gol erano stati siglati da Simeone (anche se a livello di tabellino ufficiale la lega ha deciso di assegnare autogol a De Vrij per una deviazione a nostro modesto avviso ininfluente), Vecino, Politano, Perisic ed infine da Muriel. Da evidenziare che è stato realizzato il gol più rapido della stagione , in appena 16 secondi, e il gol più tardivo, al 101esimo. Muriel ha realizzato un gol su punizione che può essere considerato il più bello della giornata, a giro di destro che finisce all’incrocio del pali, alla destra di capitan Handanovic, togliendo la ragnatela al sette. Si aggiunge inoltre un altro capitolo alla telenovela Icardi : Politano dopo il gol esulta alla maniera del compagno assente, Perisic si infuria con l’esterno nerazzurro e gli sposta le mani visibilmente infastidito. Nei salotti televisivi la moglie e procuratrice dell’attaccante argentino dirà che “Maurito” sembra venga considerato da molti un mostro e che stia soffrendo intensamente di dolore per il fatto di non poter scendere in campo. Chissà se questa rappresenterà la settimana giusta per il chiarimento tra società e giocatore.

Ivan Perisic

Approfittano del pareggio interista Milan e Roma che con le vittorie negli anticipi, rispettivamente 3-0 per i rossoneri contro l’Empoli e 2-3 per i giallorossi contro il Frosinone, rosicchiando due punti alla terza piazza e riaprendo i giochi per la qualificazione alla Champion League. Le tre squadre sono racchiuse in tre punti, con solo due posti disponibili. Molto bene il Torino che si impone in casa contro l’Atalanta ed aggancia il sesto posto, in parità con la stessa squadra orobica e la Lazio che non ha giocato il match contro l’Udinese. Posizione valida per la qualificazione in Europa League.

A Genova la Sampdoria batte di misura il Cagliari, grazie alla realizzazione su calcio di rigore del solito Fabio Quagliarella. Le altre due partite terminano in pareggio: Chievo e Genoa a reti inviolate e il derby emiliano-romagnolo tra Sassuolo e Spal 1-1, reti di Peluso per i neroverdi e Petagna su rigore per gli estensi .

I risultati della 25esima giornata : Milan-Empoli 3-0, Torino-Atalanta 2-0, Frosinone-Roma 2-3, Sampdoria-Cagliari 1-0, Bologna-Juventus 0-1, Chievo-Genoa 0-0, Sassuolo-Spal 1-1, Parma-Napoli 0-4, Fiorentina-Inter 3-3, Rinviata Lazio-Udinese

Classifica : Juventus 69, Napoli 56, Inter 47, Milan 45, Roma 44, Torino 38, Atalanta 38, Lazio 38*, Sampdoria 36, Fiorentina 36, Sassuolo 31, Parma 29, Genoa 28, Cagliari 24, Spal 23, Udinese 22*, Empoli 21, Bologna 18, Frosinone 16, Chievo Verona 10. *Una partita in meno

Articoli correlati