SPORTԑ PRIMO PIANO

Calcio: per la Roma addio ai sogni Champions, i risultati degli altri due anticipi

Frenata forse decisiva per la Roma nella corsa Champions. Solo un pari stasera nell’anticipo contro il Sassuolo che impedisce ai giallorossi di agganciare l’Atalanta al quarto posto. Tutto rinviato all’ultima giornata ,anche se la situazione sembra compromessa. Ce l’ha messa tutta la Roma e non è stata nemmeno fortunata, soprattutto nella ripresa quando ha colpito due legni e nel recupero con Fazio prima si è vista annullare un gol per fuorigioco di Dzeko, poi ha mancato la rete decisiva ad una manciata di secondi dal termine. Senza dimenticare gli errori in zona gol di El Sharaawi e Cristante.

Genoa-Cagliari è finita in parità: 1-1

Finisce in pareggio (1-1) l’ultima gara casalinga del Genoa che contro il Cagliari, in una gara fondamentale per la lotta salvezza, rimonta il vantaggio iniziale di Pavoletti grazie al capitano Mimmo Criscito che segna un rigore assegnato da Valeri con il Var. Un punto comunque importante per la squadra di Prandelli che in attesa della sfida dell’Empoli aumenta il vantaggio sui toscani (+2). Il Cagliari interrompe la striscia di sconfitte, tre di fila, senza fare sconti e può festeggiare la salvezza matematica. Nel finale espulso Pezzella per un brutto intervento su Barella.

Tre punti importanti in chiave salvezza per l’Udinese

L’Udinese intravede la salvezza dopo aver battuto la Spal (3-2) al termine di un’autentica battaglia. L’Udinese parte subito fortissimo nel primo tempo, chiuso con tre reti di vantaggio, con tre colpi di testa. Quello di Samir e la doppietta di Okaka. Ma la gara è tutt’altro che chiusa. I bianconeri subiscono nella ripresa il ritorno della Spal che pur non avendo più nulla da chiedere al campionato tiene a chiudere la stagione in bellezza e riapre la gara con le reti di Petagna e Valoti, tenendo il risultato in bilico fino al triplice fischio finale. Questione di motivazioni. L’Udinese sa bene che vincere contro la Spal potrebbe significare conquistare la salvezza con un turno d’anticipo sulla fine del campionato. E’ una prospettiva troppo allettante per lasciarsela sfuggire. Nessuna sorpresa, dunque, che a fare la differenza sul rettangolo verde sia la determinazione messa in campo dai bianconeri, decisi a ipotecare un altro anno di permanenza in serie A. Motivazione ben più forte di quella degli avversari, già certi della salvezza e con l’unico obiettivo di chiudere bene la stagione.

Articoli Correlati