ATTUALITA'ԑ PRIMO PIANO

Conto alla rovescia per le vacanze, i consigli per chi parte in auto

Ci siamo: le tanto agognate vacanze agostane sono in dirittura di arrivo o sono in pieno svolgimento, rappresentando forse ancor più del solito un momento di relax e di evasione dalla classica routine e dalla casa. E con il virus ancora in scena, ecco che si ritorna alle abitudini di una volta: viaggi limitati in Italia e spostamenti in auto! Ecco i consigli per non correre rischi sulle strade.

Un’estate in auto per gli italiani

I numeri degli italiani in movimento sulla rete autostradale in questo mese di agosto “rischia” di essere davvero ai livelli storici (in percentuale, ovviamente) degli anni Sessanta e Settanta: si stima che circa la metà dei nostri connazionali si concederà comunque una vacanza, per quanto breve, restando in patria nell’83% dei casi e spostandosi in fortissima prevalenza con mezzi privati, auto su tutti, per evitare qualsiasi potenziale rischio con treni, aerei e altri mezzi condivisi.

Non a caso, il calendario della rete autostradale prevede numerosi “bollino rosso” per le partenze dei weekend – e addirittura un bollino nero per l’8 agosto, il peggior giorno per decidere di viaggiare – mentre per il ritorno ci sono bollini rossi in occasione dei vari weekend post ferragosto. Insomma, sarà un mese su quattro ruote, e proprio le gomme sono uno degli aspetti più importanti da valutare per garantire la nostra sicurezza, al volante e non solo.

consigli vacanze auto

L’importanza di controllare le gomme

Come ricordano gli esperti, gli pneumatici rappresentano il primo strumento di sicurezza attiva che abbiamo a disposizione sulle vetture, perché sono l’unico punto di contatto tra il veicolo e il fondo stradale: pertanto, montare gomme lisce, sgonfie o in cattive condizioni non è solo una pratica illegale – che espone a multe anche salate – ma un vero e proprio pericolo.

Non a caso, tutti sono concordi nell’invitare a controllare visivamente le condizioni degli pneumatici nei giorni precedenti alla partenza e, in presenza di segni, abrasioni, tagli o altri difetti evidenti – non esitare nel cambiare gomma. Chi si muove con un anticipo più oculato può anche approfittare dei vantaggi dei canali digitali, e ad esempio il sito euroimportpneumatici sottolinea sin dalla home la possibilità di acquistare pneumatici per auto a partire da 18 euro con spedizione inclusa.

I rischi di viaggiare con pneumatici non in salute

Per capire a fondo la necessità di intervenire sulle gomme basta leggere le parole di Giovanni Busacca, direttore del Servizio della Polizia Stradale nazionale, secondo il quale guidare automobili che montano “pneumatici lisci, danneggiati o comunque non conformi a quanto previsto dalla normativa, espone i conducenti ad un elevato rischio di incidente stradale e costituisce un gesto di irresponsabilità che si ripercuote negativamente su tutto il sistema della circolazione, di cui tutti siamo parte integrante”.

In termini pratici, questa scarsa cura si può tradurre in un incremento di probabilità che si verifichi “un cedimento di uno pneumatico che possa causare incidenti stradali anche gravi”. Eppure, siamo ancora distanti dai comportamenti virtuosi: un’indagine di Assogomma, l’associazione che riunisce in Italia i produttori di gomma e derivati (tra cui anche gli stessi pneumatici) svela che più della metà degli italiani non gonfia correttamente le gomme della propria vettura e marcia con pneumatici gonfiati a una pressione minore o maggiore di quella consigliata dalla casa produttrice.

Attenzione anche alla pressione

Avere gomme sgonfie peggiora innanzitutto i consumi dell’auto (più 15 per cento di carburante rispetto a pneumatici gonfiati correttamente) e provoca un’usura irregolare e precoce del battistrada, fino al rischio che la gomma possa cedere e scoppiare; inoltre, uno pneumatico sottogonfiato risponde in maniera peggiore alle sollecitazioni del volante e quindi ha un comportamento meno lineare, ed è più frequentemente soggetto a lesioni, tagli e rigonfiamenti, causati dall’urto contro un marciapiede o dal passaggio a velocità troppo sostenuta all’interno di una buca.

Tags

Articoli Correlati