ATTUALITA'ԑ TOP NEWS

Coronavirus, all’ospedale di Alzano Lombardo 110 pazienti con polmoniti “sconosciute”

A fornire i dati sono state le aziende sanitarie locali su richiesta del consigliere regionale di Azione Niccolò Carretta.

Sono stati 110 i pazienti con polmoniti di cui non si conosceva la causa ricoverati fra novembre e gennaio scorso all’ospedale di Alzano Lombardo, ora al centro dell’inchiesta della Procura di Bergamo sulla gestione dell’emergenza Covid. A riferirlo l’Eco di Bergamo.

A fornire i dati, su richiesta del consigliere regionale di Azione Niccolò Carretta, sono stati l’Ats Bergamo e Asst Bergamo Est. Queste polmoniti la cui causa era sconosciuta sono state 18 a novembre, 40 a dicembre e 52 a gennaio. Si tratta di una vera e propria impennata evidenziata dai report annuali: in tutto il 2019 le polmoniti anomale sono state 256 contro le 196 dell’anno precedente, facendo segnare un aumento di circa il 30%.

110 pazienti polmoniti

Secondo quanto appurato, prima dei due pazienti scoperti ad Alzano, c’erano stati molti ricoveri con diagnosi in “codice 486“, che in sostanza vuol dire “polmonite, agente non specificato”. Centodieci sono stati i casi registrati da novembre al 23 febbraio, mentre dal giorno successivo, per volere di Governo e ministero della Sanità, è stata aggiunta la voce “polmonite da Sars-coronavirus associato“. 

Tags

Articoli Correlati