CRONACHEԑ TOP NEWS

Coronavirus, primi tre i contagiati in Italia. Grave un 38enne

È in prognosi riservata, con insufficienza respiratoria, il trentottenne ricoverato all’ospedale di Codogno (Lodi), che è risultato positivo al coronavirus. Le sue condizioni sono ritenute molto gravi. L’uomo, che nelle settimane scorse sarebbe andato a cena con un collega tornato da un viaggio in Asia, si è presentato ieri al Pronto soccorso.

Il collega rientrato dal Cina, definito anche il possibile ‘paziente zero’ è stato accompagnato al Sacco di Milano dove si trova in isolamento.

Inoltre ci sarebbero altri due contagiati: la moglie, un’insegnante che attualmente non lavora in quanto è incinta, ed una terza persona che si è presentata spontaneamente in un ospedale con sintomi di polmonite e che avrebbe avuto dei contatti con il 38enne.

tre contagiati Italia
(Twitter)

I primi casi di Coronavirus in Lombardia

L’assessore alla Sanità della Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha spiegato che “sono stati già effettuati tutti gli accertamenti diagnostici necessari sui medici, gli infermieri e i pazienti dell’ospedale di Codogno dove si è presentato il paziente risultato positivo al Coronavirus. Abbiamo tutti i tamponi pronti. Sono già stati messi tutti in isolamento o chiamati a stare in isolamento al loro domicilio. La moglie, i genitori“.

Sono una sessantina le persone che sarebbero entrate in contatto con il 38enne ricoverato a Codogno, quando l’uomo si è presentato al pronto soccorso della struttura. Anche per loro, come da disposizione del minisetro della Sanità, scatterà il periodo di quarantena. Non è ancora stato definito se i giorni sotto controllo sanitario verranno trascorsi in una struttura ad hoc o nelle proprie abitazioni.

L’assessore Gallera ha inoltre invitato tutti i “cittadini di Castiglione d’Adda e di Codogno, a scopo precauzionale, a rimanere in ambito domiciliare e ad evitare contatti sociali“.

È massima allerta per altri possibili contagi di persone venute a contatto con il 38enne

I sanitari stanno inoltre cercando di ricostruire cosa abbia fatto e chi abbia incontrato in questi ultimi giorni il 38enne. Secondo una prima ricostruzione dei medici che da giovedì lo hanno in cura, è andato a correre e poi al lavoro, ha giocato a pallone e ha preso parte a tre cene negli ultimi 4 giorni il 38enne lodigiano. L’uomo lavora per una multinazionale che ha una sede a Casalpusterlengo. Mentre per quanto riguarda la moglie i medici fanno sapere che sembrerebbe aver avuto meno contatti rispetto al marito.

Norbert Ciuccariello

Articoli Correlati