SPORTԑ TOP NEWS

Coronavirus, Spadafora: “Calcio in crisi? Lo sport non è solo il calcio”

Una bella lezione di sport giunge direttamente dal più suo più alto rappresentante politico italiano, il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, al quale è stato domandato cosa ne pensasse dell’attuale crisi che sta vivendo il mondo del calcio: “Lo sport non è solo il calcio e il calcio non è solo la serie A.

Parole preziose che devono far riflettere tutti e che ribadiscono, per chi non se ne fosse accorto, che in questa condizione di emergenza non ci sono figli e figliastri: tutto lo sport italiano sta soffrendo , per questo motivo tutte le discipline sportive devono ricevere la stessa attenzione ed devono essere sostenute in eguale maniera. Il ministro ricorda inoltre un’immagine poetica che accomunava tutti gli sportivi fino a qualche settimana fa: “Pensavo ai nostri ragazzi abituati a stringersi, abbracciarsi, passarsi la bottiglietta d’acqua: tutto questo mancherà per molto tempo.

Spadafora sport non solo calcio
Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora

Spadafora ha annunciato che il governo ha in mente un piano straordinario da 400 milioni che sarà destinato allo sport di base e alle associazioni dilettantistiche sui territori, un tessuto che secondo il ministro rappresenterà sicuramente “uno dei motori della rinascita” del Paese.

Mentre una possibile ripresa delle attività il 3 maggio è un’opzione alquanto irrealistica: “Domani proporrò di prorogare per tutto aprile il blocco delle competizioni sportive di ogni ordine e grado. Ed estenderò la misura agli allenamenti, sui quali non eravamo intervenuti perché c’era ancora la possibilità si tenessero le Olimpiadi” conclude infine Spadafora.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati