CRONACHEԑ TOP NEWS

Coronavirus, su oltre 600 Rsa controllate il 17% è irregolare

Errori nella gestione delle procedure e degli spazi riservati a possibili casi di positività da Covid-19, non adeguata formazione degli operatori sanitari, gravi mancanze nelle dotazioni di dispositivi protettivi. Queste sono sono alcune delle gravi irregolarità riscontrate nel corso dei controlli effettuati dai Nas su oltre 600 Rsa, centri di riabilitazione e lungodegenza e case di riposo dall’inizio dell’emergenza Coronavirus.

Nelle 104 strutture non in regola, 61 persone sono state denunciate e 157 quelle sanzionante. Tra gli interventi più significativi, spiccano quelli nelle strutture di TarantoCampobassoPerugiaReggio CalabriaNapoliRomaCosenzaUdine e Torino.

rsa 17% irregolare
Casa di riposo a Sant’Antonio di Carmagnola. Su 50 ospiti, almeno 46 positivi al Coronavirus. (Twitter)

Dall’inizio dell’anno i Nas hanno eseguito controlli in 918 centri, di cui 183 sono risultate irregolari, circa il 20%. Con la progressiva diffusione della pandemia, il dispositivo di controllo messo in campo dai Nas si è rimodulato anche al fine di rilevare possibili criticità. A causa delle gravi carenze strutturali e organizzative, sono stati eseguiti provvedimenti di sospensione e addirittura di chiusura totale nei confronti di 15 strutture, giudicate incompatibili con la permanenza degli alloggiati.

Articoli Correlati