CRONACHEԑ LAZIOԑ TOP NEWS

Crimini domestici “Intervenire prima che succedano”

ROMA. Da tempo, troppo tempo, assistiamo a fatti truci, violenze ed omicidi che purtroppo avvengono nel luogo che dovrebbe essere sereno e sicuro per eccellenza: la mura domestiche. Molte, troppe volte facili vittime di violenze, sessuali o no, sono dei minori. Magari c’erano già stati fenomeni tali da allertare sulla situazione difficile…magari. Ma spesso il vero intervento accade a crimine già avvenuto. C’è chi ha deciso di dire basta a questa sequela di tragedie annunciate. Intervenire prima che le tragedie si consumino e applicare la legge sugli orfani di crimini domestici.

Lo ha chiesto alle istituzioni l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Filomena Albano, durante la Relazione annuale al Parlamento alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e introdotta dai saluti del presidente della Camera Roberto Fico.

La violenza nei confronti dei bambini – ha detto Mattarella – è prova che il sistema di protezione non ha funzionato. Sono troppi i casi di bambini maltrattati e uccisi da chi li avrebbe dovuti proteggere”. “Servono più mense scolastiche, più asili nido, più parchi inclusivi e una banca dati per la disabilità, ma soprattutto in Italia l’accesso ai servizi per l’infanzia cambia da regione a regione, mentre andrebbero garantiti, quanto meno, standard minimi uguali per tutti“.

Articoli Correlati