ATTUALITA'ԑ PRIMO PIANO

Dall’aeroporto di Torino – Caselle strali contro Alitalia e governo

"Non è il momento giusto per lasciare gli aeroporti in una condizione di debolezza" afferma Andrea Andorno, amministratore delegato della Sagat.

L’Ad di Sagat ha criticato Alitalia, che pur ha seri problemi e ha dato l’addio allo scalo di Malpensa dov’era di casa dal 1948, ma anche il governo: “Avremmo auspicato qualche aiuto concreto dal governo per fronteggiare l’emergenza. Invece ha guardato ai vettori e non ha dato supporto agli aeroporti.

Non si tratta di bussare per chiedere aiuto, ma avere un supporto ci avrebbe consentito di garantire il profilo degli investimenti e dell’ammodernamento con l’obiettivo di rendere più sicuro viaggiare.” Lo ha affermato Andrea Andorno, amministratore delegato della Sagat, la società che gestisce l’aeroporto di Torino, che ha aggiunto: “Non è il momento giusto per lasciare gli aeroporti in una condizione di debolezza“.

L’estate è andata meglio di quanto ci aspettassimo. – prosegue Adorno – Il calo del traffico domestico è stato soltanto del 20% e l’unico responsabile è Alitalia che inspiegabilmente non ha colto questo trend e ha mantenuto solo due collegamenti tra Torino e Roma su sette con una riduzione del 60% media dei passeggeri“.

La critica è velata, ma c’è e riguarda anche i mesi futuri. Settembre e ottobre sono mesi importanti per i collegamenti con Roma. Con due voli non si permette di venire da Roma a Torino per lavorare in giornata. Ci saremmo aspettati un maggiore supporto“, ha aggiunto nel corso di una call conference. “C’è un disinteresse verso il Nord-Ovest, ma l’abbandono di Malpensa è dovuto al ruolo di Linate. Torino è molto simile a Linate, fa parte del tessuto produttivo del Paese“.   

Tags

Articoli Correlati