DAL MONDOԑ TOP NEWS

E’ morto il musicista Johnny Clegg, icona anti-apartheid

JOHANNESBURG. Il musicista sudafricano Johnny Clegg, soprannominato lo “Zulu bianco”, è all’età di 66 anni. Il musicista, antropologo e ballerino sudafricano si è spento dove aver combattuto la sua ultima battaglia contro il cancro al pancreas. Il suo manager, Roddy Quin – riferisce l’Associated Press – ha annunciato che Clegg si è spento serenamente nella sua casa di Johannesburg.

“La parte più dura del mio viaggio – aveva dichiarato Clegg nel dicembre scorso a una rete televisiva sudafricana – sarà nei prossimi due anni”. Ma il male lo ha stroncato a pochi mesi di distanza, togliendo allo “Zulù bianco” la possibilità di far sentire ancora la sua voce a favore dei più deboli e degli oppressi.

Clegg ha raggiunto il successo internazionale schierandosi con i diritti dei neri e contro le barriere razziali imposte dall’apartheid, mescolando influenze zulu con lo stile del pop britannico. Uno dei suoi brani più noti è Asimbonanga (non l’abbiamo mai visto, in lingua zulu): un riferimento al fatto che in Sudafrica il regime dell’apartheid vietava la pubblicazione della prigionia di Nelson Mandela.

Nel 2008 aveva partecipato a Londra al grande concerto per i 90 anni del leader sudafricano che era salito sul palco e aveva cantato con lui Asimbonanga, mandando in visibilio le decine di migliaia di persone presenti. Ecco il video…

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati