DAL MONDOԑ TOP NEWS

Elezioni Bolivia 2019: ci si avvia verso il ballottaggio Morales-Mesa

È un duro scontro politico quello che si sta consumando nel corso della prima tornata elettorale alle presidenziali in Bolivia 2019. A contendersi la vittoria finale saranno l’attuale capo di Stato, il socialista Evo Morales, che ricopre l’incarico da quasi 14 anni e secondo molti esperti è il favorito, e l’ex presidente centrista Carlos Mesa.

Oltre 7,3 milioni di boliviani, nel Paese e all’estero, sono chiamati a eleggere 352 autorità nazionali, fra cui il presidente ed il vicepresidente, nonché 36 senatori e 130 deputati, ciascuno con i rispettivi supplenti. Attualmente sono state scrutinate l’83% circa delle sezioni e dai dati risulta che il presidente uscente Morales sia in vantaggio con il 45,28% dei voti, seguito dal rivale e predecessore Mesa, al 38,16%. Nel caso in cui nessuno dei candidati riesca a superare il 50%, oppure il 40% con dieci punti di vantaggio sul più vicino sfidante, il 15 dicembre si andrà al ballottaggio tra i candidati che hanno raccolto più preferenze.

Centinaia di persone si sono radunate in piazza 24 settembre a Santa Cruz per celebrare questi primi risultati elettorali che aprono la possibilità di un secondo round tra Evo Morales e Carlos Mesa. (Twitter Los Tiempos Bol)

Evo Morales proverà a conquistare il quarto mandato consecutivo, il suo punto di forza è rappresentato da un forte seguito nelle zone rurali della Bolivia: durante i suoi tre quinquenni di governo ha investito molto su istruzione e lotta alla povertà nelle zone più disagiate del Paese. Secondo l’attuale presidente l’ennesimo trionfo elettorale sembra quasi scontato: “Abbiamo ottenuto un’altra vittoria elettorale grazie al fondamentale voto delle campagne, che è arrivato tardi a causa delle nevicate”. Ha poi proseguito parlando di “nuova vittoria“, e di “un quarto successo elettorale consecutivo“, concludendo di contare sulla “maggioranza assoluta sia alla Camera sia al Senato“. Tali affermazioni sembrano facciano riferimento ad un possibile riconteggio delle schede nelle zone rurali, eventualità che potrebbe consegnargli lo scranno presidenziali senza passare per un ulteriore turno elettorale.

elezioni bolivia 2019
Le percentuali di voti raggiunti dopo l’83% di sezioni scrutinate.

Grande soddisfazione traspare anche dalle dichiarazioni del principale sfidante Carlos Mesa, che ha affermato: “Siamo al ballottaggio! Questo trionfo lo dobbiamo alla lucidità del popolo boliviano e in particolare a tutte le persone, milioni di boliviani, che hanno deciso di votare per Comunidad Ciudadana”. Mesa non ha gradito alcune dichiarazioni dell’attuale capo di Stato e principale rivale elettorale, il quale per attirare la preferenza delle masse ha evocato lo spettro del golpe: “Se vinco io, la destra è pronta al colpo di Stato militare“.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati