CRONACHEԑ LAZIOԑ TOP NEWS

Esplosione a Rocca di Papa: feriti gravi e ustionati, tre sono bambini

ROCCA DI PAPA. Una violenta esplosione è avvenuta presso il palazzo che ospita il Comune di Rocca di Papa. Tre bambini feriti, un adulto gravissimo trasportato all’ospedale di Frascati e il sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini ustionato. A loro si aggiungono altre quattro persone medicate sul posto. Nove, al momento, i feriti a seguito di una esplosione avvenuta in corso Costituente, presso la sede comunale di Rocca di Papa dove si è verificato anche il crollo parziale della facciata e di alcuni muri interni del palazzo.

esplosione rocca di papa

Tutto è successo intorno alle 11:30 di oggi, 10 giugno, nel palazzo che comunica con una scuola. Prima il boato, poi il fumo nero, quindi l’allarme e l’avvio della macchina dei soccorsi. Sul posto, dopo la deflagrazione, quattro ambulanze del 118, i Vigili del Fuoco, la Polizia, con il supporto della squadra degli artificieri, e i Carabinieri con i militari della stazione i Rocca di Papa e gli uomini di Frascati che indagano per risalire all’esatte cause dell’accaduto. I Vigili del Fuoco, al lavoro con i nuclei Nbcr, l’unità cinofila e la squadra Usar, temendo una ulteriore esplosione hanno interdetto la zona evacuando le vicine scuole comunali, alcuni altri palazzi della zona ed il centro storico di Rocca di Papa.

Un bambino è stato portato, in eliambulanza, al Bambin Gesù in codice rosso. Altri due bambini andati, con mezzi privati, all’ospedale di Frascati dove li ha raggiunti anche un uomo, gravissimo, che ha riportato ustioni al viso. Ferito anche il Sindaco di Rocca di Papa Emanuele Crestini, portato prima all’ospedale di Tor Vergata e poi al Sant’Eugenio come riportano i Carabinieri. E sono proprio i militari dell’Arma a lavorare per far luce sul fatto. A quanto si apprende, nella zona, erano in corso alcuni lavori lungo corso Costituente e secondo le prime testimonianze, prima dell’esplosione, qualche residente avrebbe sentito un forte odore di gas.

Italgas, società che gestisce gli impianti in quella zona. ha fatto sapere che “dai primi rilevamenti è stato possibile accertare che la dispersione di gas, da cui ha avuto origine l’esplosione, è stata provocata dal danneggiamento di una tubazione da parte di un’azienda terza, estranea a Italgas, che stava effettuando rilevazioni sul sottosuolo davanti al palazzo comunale“. 

Loading...

Articoli Correlati