CULTURASPECIALE ETNA COMICS

Etna Comics 2019 è stato incredibile: il nostro reportage

Abbiamo partecipato alla nona edizione di Etna Comics, il festival catanese dedicato ai fumetti e alla cultura pop: ecco cosa ci ha colpiti di più.

La magia della cultura pop è arrivata a Catania: si è appena conclusa la nona edizione di Etna Comics, uno dei festival più importanti del Sud Italia. Noi siamo stati presenti alla manifestazione e, di conseguenza, abbiamo vissuto in prima persona tutte le potenzialità di questo evento che ha raccolto ben 85 mila persone.

Iniziato il 6 giugno 2019, questa edizione si conferma essere la più interessante da quando, oramai 9 anni fa, Antonio Mannino ideò questo evento.

Cosplayer

Come ogni anno, il caldo non ha impedito ai numerosissimi ragazzi di indossare le vesti dei loro personaggi preferiti, dai fumetti ai cartoni animati e dal cinema ai personaggi “trash” di internet, e di regalare agli altri partecipanti alcuni scatti.

L’organizzazione ha anche pensato, per il 9 giugno, di proporre un meraviglioso contest che, condotto dal doppiatore e “youtuberMaurizio Merluzzo, oramai ospite fisso di Etna Comics, ha permesso ad alcuni ragazzi di ottenere dei premi. Tra risate, incredibili sceneggiature e curatissimi costumi, questa serata si è rivelata pienamente godibile anche da chi non apprezza molto questo mondo.

Il concerto di Giorgio Vanni

Classe ’63, Giorgio Vanni è un cantautore italiano particolarmente famoso per aver ideato, e spesso anche cantato, alcune sigle dei cartoni animati, da Dragon Ball Z a Pokémon. L’artista, che abbiamo incontrato personalmente, ha regalato ai numerosi partecipanti un bellissimo spettacolo composto dalle classiche sigle e da alcune canzoni che compongono l’album Toon Tunz.

Questo progetto, realizzato in collaborazione con il suo amico e collega Max Longhi, è disponibile a partire dallo scorso 18 aprile e racchiude alcuni singoli prodotti negli ultimi anni da Vanni.

Il pubblico, durante il concerto, era visibilmente emozionato: più generazioni si sono riunite davanti alle note di un personaggio che ha caratterizzato la loro infanzia. Evidente, inoltre, era il suo attaccamento con la città di Catania.

Dal metal ai videogiochi

I Lacuna Coil, iconica band metal italiana nata a Milano nel 1993, è stata presente a Etna Comics. Non, però, solo in veste di musicisti, ma anche di videogiocatori. I componenti del gruppo, in collaborazione con Monster, impugnando i joystick e le tastiere, hanno sfidato alcuni partecipanti.

Andrea Ferro, Marco Coti Zelati e Cristina Scabbia hanno così regalato ai fan, che li conoscono principalmente per le loro canzoni metal che hanno ben presto fatto il giro del mondo, delle simpatiche partite.

Abbiamo intervistato i tre ospiti, che hanno espresso il loro parere sulla situazione metal in Italia. Per non perderla, vi consigliamo di continuare a seguirci.

Passiamo ora dall’alternative metal dei Lacuna Coil all’heavy metal demenziale dei Nanowar of Steel: il gruppo italiano formatosi nel 2003 ha organizzato a Etna Comics un concerto, ricco dell’ironia che segna i membri. I partecipanti della fiera sono rimasti piacevolmente colpiti dalla musica e dallo stile di questa bizzarra band italiana. Per capire un po’ cosa intendiamo, non potete non ascoltare questa canzone:

Occorre aggiungere altro?

Leonard di The Big Bang Theroy a Etna Comics

Da The Big Band Theory alle pendici dell’Etna: Johnny Galecki è stato uno degli ospiti d’onore della manifestazione. Sicuramente, egli è stata una delle figure ad essere riuscita maggiormente a rubare l’attenzione del pubblico.

Galecki, per chi non lo sapesse, è stato, dal 2007 al 2019, l’interprete di Leonard nella serie televisiva ideata da Chuck Lorre. Noi abbiamo partecipato alla conferenza stampa e all’evento pubblico e abbiamo potuto scoprire il suo punto di vista sullo show, il rapporto con gli altri attori e i progetti futuri. Durante i prossimi giorni, tra le pagine de Il Valore Italiano, potrete gustare la conferenza completa.

L’attore ha ottenuto uno spazio nella sala più ampia del Centro fieristico Le Ciminiere. Solo 1000 sono stati i fortunati a poter conquistare un ticket per accedere alla conferenza (a numero limitato per ragioni di sicurezza). 100 di loro, sorteggiati in diretta, hanno inoltre potuto incontrare il divo e ottenere un autografo.

Giancarlo Esposito e il suo amore nei confronti dell’Italia

Figlio di un italiano, Giancarlo Esposito, interprete di Gustavo Fring in Breaking Bad e nello spin-off Better Call Saul, ha tenuto una delle conferenze più interessanti di Etna Comics. L’attore, tra le altre cose, ha anche parlato delle sue prime apparizioni sul grande schermo, il successo di Breaking Bad (in cui ha interpretato uno dei personaggi più apprezzati) e il suo cameo in un film italiano.

Esposito, però, ci tiene a chiarire un concetto:

Io amo l’Italia!

E gli italiani, come confermato dalla standing ovation del pubblico, apprezza questo abilissimo attore. Anche per quanto riguarda l’interprete di Gus, abbiamo alcune sorprese in serbo per voi.

Le icone della cultura pop a Etna Comics

La manifestazione è stata ulteriormente impreziosita da veri e propri geni della cultura pop, come Neil Adams. Il fumettista è particolarmente famoso per i lavori dedicati a Batman e alla caratterizzazione di numerosi personaggi DC Comics, primo fra tutti Joker. Egli ha incontrato i fan in uno stand, in cui era possibile acquistare dei disegni originali, scattare qualche scatto o scambiare semplicemente di chiacchiere con il maestro, che ha peraltro tenuto due conferenze.

Neil Adams (Biagio Petronaci, Il Valore Italiano).

Jean-Luc Cano, il giovane sceneggiatore di Life is Strange e del suo sequel, ha regalato alcuni riflessioni sui due fortunatissimi videogame, sulle protagoniste (ovvero Max e Chloe) e su altri progetti precedenti. Il pubblico, felice di poter vedere questa promessa del mondo dei videogiochi, ha posto delle interessanti, e non banali, domande che hanno successivamente ottenuto delle risposte appropriate. Dopo questa sorta di “simposio”, Jean-Luc è stato ben lieto di incontrare i propri fan e di regalare loro un autografo, una foto e tutte le informazioni desiderate.

Altro ospite è stato Peter Milligan, autore di Britannia. Anche lui ha tenuto un’interessante incontro con i non pochi fan.

Peter Milligan (Biagio Petronaci, Il Valore Italiano).

L’appuntamento è per il 2020

La nona edizione di Etna Comics, come rivela un post pubblicato nel sito web ufficiale, si è chiuso con 85 mila presenze, segnando un altro record. Il direttore Mannino ha anche annunciato che la prossima edizione, ovvero la decima del kermesse, sarà composta non più da quattro giornate, ma da ben cinque. Il carismatico evento, capace di riunire gli appassionati provenienti da tutta la Sicilia, tornerà, sempre alle Ciminiere, il 29 maggio 2020 e si concluderà il 2 giugno.

Cosa avranno gli organizzatori in mente per rendere unico il decimo anniversario dell’evento, dopo questa soddisfacente nona edizione?

Continuate a seguirci, per non perdere l’intervista esclusiva ai Lucano Coil e gli articoli dedicati agli attori Johnny Galecki e Giancarlo Esposito.

Biagio Petronaci

Loading...
Tags

Articoli Correlati