FINANZAԑ TOP NEWS

FCA-Renault, ritirata la proposta di fusione: crollo in Borsa

PARIGI. Nella notte FCA ha ritirato l’offerta di fusione avanzata a Renault. Dopo che per due volte il consiglio di amministrazione del gruppo francese non è stato in grado di rispondere a Fiat Chrysler Automobiles, il gruppo guidato da John Elkann e dal ceo Mike Manley, ha deciso di non procedere con il progetto. a far saltare il banco sono stati i tentennamenti del consiglio di amministrazione di Renault dopo la richiesta del Governo transalpino di prendere tempo. A quel punto FCA ha ritirato la sua proposta, mentre i titoli sono precipitati a Wall Street nelle after hours (-3.71%).

La proposta di fusione 50-50 era stata avanzata dal quartier generale di Torino lo scorso 27 maggio, per dare vita al terzo produttore al mondo di auto con una produzione complessiva di 8,7 milioni di vetture l’anno e un fatturato di circa 170 miliardi di euro (in base ai risultati ottenuti lo scorso anno). La proposta prevedeva 5 miliardi di euro di sinergie e la creazione di una capogruppo olandese quotata a Milano, Parigi e New York, partecipata dagli attuali azionisti di Fca e Renault in modo paritetico.

Articoli Correlati