CRONACHEԑ MARCHE

Fermata madre bulgara, è indiziata di omicidio della figlia

FERMO. C’è un risvolto agghiacciante nell’incendio di Fermo che causò, almeno si pensava, la morte di una bimba di 6 anni. Svolta nelle indagini sulla morte di una bimba di 6 anni a seguito di un incendio notturno scoppiato l’8 gennaio in un appartamento nel centro storico di Servigliano nel Fermano, dove la piccina dormiva con la madre e la sorellina di 4 anni.

Dopo vari accertamenti, come riportano alcuni media locali, i carabinieri hanno fermato la madre 38enne, bulgara, che sarebbe indiziata di omicidio. Secondo quanto riportato dal Resto del Carlino, la madre l’avrebbe uccisa e poi abbandonata tra le fiamme per coprire le prove. La tesi, spiega il quotidiano, è stata formulata dal sostituto procuratore, Francesca Perlini, e accolta dal gip del tribunale di Fermo, che ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per la donna con l’accusa di omicidio volontario.

Articoli Correlati