SPORTԑ PRIMO PIANO

Fiorentina, le inaspettate dimissioni di Stefano Pioli

FIRENZE. Sono ufficiali le dimissioni dell’ormai ex tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli. La sconfitta di domenica in casa, nel lunch match contro il Frosinone, rappresenta solo la goccia che ha fatto traboccare un vaso ormai ricolmo di insofferenze e incomprensioni tra allenatore e società.

IL COMUNICATO DEL CLUB

Il comunicato del club diffuso alle ore 15:23 recita: “ACF Fiorentina comunica di avere ricevuto in data odierna le dimissioni del Mister Stefano Pioli. L’allenamento odierno si sta regolarmente svolgendo sotto la guida dell’allenatore in seconda Giacomo Murelli”. Le uniche parole di Pioli ai cronisti, mentre si allontanava dal centro sportivo, sono state: “Tra poco saprete tutto”.

Stefano Pioli
Stefano Pioli

LE ULTIME 10 PARTITE

I viola negli ultimi due mesi hanno subito un calo fisico e prestazionale che nessuno sarebbe stato in grado di pronosticare. Nelle ultime dieci partite di campionato solamente in un occasione è riuscita a raggiungere la vittoria, quasi due mesi fa contro la Spal in trasferta per 1-4; in totale ha racimolato il misero bottino di nove punti, frutto di una vittoria, sei pareggi e tre sconfitte. Un ruolino di marcia a dir poco deludente. E pensare che alla 22esima giornata i gigliati erano distanti cinque punti dalla zona Champions.

LA PRIMA METÀ DELLA STAGIONE

Le prime avvisaglie della crisi si erano già intraviste nella prima metà del campionato quando la squadra incappò all’ottava giornata nella sconfitta contro la Lazio e nelle successive sette partite realizzo sei pareggi e una sconfitta contro la Juventus. Successivamente gli uomini di Pioli reagirono al cosiddetto “autunno nero” e tornarono a competere per la zona Europa League. Il risultato più positivo di questa gestione è il 7-1 rifilato alla Roma nei quarti di Coppa Italia. I viola hanno ancora la possibilità di conquistare la finale della coppa nazionale, il 25 aprile disputeranno il ritorno in casa dell’Atalanta. L’andata si era conclusa con il risultato di 3-3.

fiorentina

I MOTIVI DELL’ABBANDONO

Pioli probabilmente abbandona il club perché ha percepito la perdita della fiducia da parte della società e della proprietà, con l’implicito rimprovero di una sostanziale mancanza di serietà nella gestione dell’ultimo periodo della squadra. Nella mattinata odierna c’era stato un confronto con il direttore generale dell’area tecnica Pantaleo Corvino e con i giocatori. Al suo posto dovrebbe essere temporaneamente preso da Emiliano Bigica, ex centrocampista viola e attuale allenatore della Primavera. A breve sono attesi due comunicati, della società e dell’ormai ex allenatore viola. Il mister parmigiano lascia alla seconda stagione sulla panchina viola dopo l’ottavo posto dello scorso anno e lascia una squadra attualmente in decima posizione, ben lontana dalla zona qualificazione europea. L’unico modo per raggiungerla sarebbe quella di vincere la Coppa Italia.

Tags

Articoli Correlati