ATTUALITA'ԑ PRIMO PIANO

Gavettone a Di Maio per le vie di San Giorgio a Cremano

Il ministro degli Esteri è stato colpito da una secchiata d'acqua proveniente da un palazzo nelle vicinanze.

Oggi non sarebbe poi così fuori luogo affermare la frase: “Ministro bagnato, ministro fortunato“. Il motivo è da ritrovare nel singolare episodio che ieri sera ha avuto luogo per le vie di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, dove si trovava il ministro degli Esteri Luigi Di Maio che è stato raggiunto da una secchiata d’acqua lanciata da un palazzo nelle vicinanze.

L’ex capo politico pentastellato si era recato nel comune alle porte di Napoli per partecipare ad un incontro pubblico atto a promuovere il SI al referendum sul taglio dei parlamentari, referendum costituzionale che si svolgerà il prossimo 20 e 21 settembre.

Numerose le persone accorse in strada per salutare il ministro e manifestare il proprio sostegno. Quando il ministro si è fermato vicino ad un gazebo per contraccambiare i saluti e concedere alcuni selfie, da un terrazzo limitrofo è improvvisamente arrivata una secchiata d’acqua che ha bagnato Di Maio e le persone attorno. Grande la sorpresa per l’ex vicepremier che però non si è scomposto più di tanto ed ha proseguito il suo tour referendario.

Il ministro ha preferito non commentare l’accaduto, ma una cosa è certa: anche senza l’ausilio di una bella secchiata d’acqua è riuscito a spegnere sul nascere il fuoco delle polemiche. Non è riuscito invece a spegnere l’ironia che imperversa sui social dopo l’accaduto. Ma come qualcuno ha commentato leggendo la notizia guardiamo il lato positivo della vicenda: per fortuna si trattava solo di acqua.

Carlo Saccomando

Tags

Articoli Correlati