PERSONAGGIԑ PRIMO PIANO

Gianluca Vacchi e le sculacciate che indignano il web

Gianluca Vacchi (Instagram)

A due settimane dalla pubblicazione su Youtube del video di “Mueve“, nuovo singolo di Gianluca Vacchi che vede la collaborazione di Nacho Becky G oltre che il feauturing di MC Fioti, impazza la polemica sul web. L’imprenditore diventato star del web e dj di fama mondiale riesce ancora una volta a far parlare di sé, non per il video musicale bensì per quello postato sulla sua pagina Instagram che conta oltre 13 milioni di followers.

Questa volta, come altre innumerevoli volte, Vacchi viene immortalato a bordo di un costosissimo yacht nel quale balla a ritmo del suo nuovo singolo, nel quale ad un certo punto per dare spettacolo sculaccia quattro splendide ragazze che per l’occasione mettono il proprio sedere a disposizione delle mani del percussionista improvvisato, che percuote i posteriori femminili a modi tamburo.

Un gesto che tutto sommato potrebbe scatenare l’ilarità di molti internauti, se non addirittura un pizzico d’invidia per il privilegio del 52enne bolognese, che ha compiuto gli anni lo scorso 5 agosto, di potersi accompagnare a ragazze così giovani ed attraenti.

Gianluca Vacchi
Gianluca Vacchi in compagnia della fidanzata Sharon Fonseca (Instagram)

Il filmato ha fatto infuriare e non poco il popolo del web, sopratutto quello di genere femminile che l’ha definita “l’ennesima bravata sessista, svilente per le donne, dal quale si capisce che dietro c’è ben poca stima per il mondo femminile“. Pronta la risposta dell’influencer che ha affermato: “Le rispetto moltissimo (intende le ragazze, oltre che tutte le donne); imparate a scherzare se volete rispettare la vita.”

Quale è stato il risultato finale dell’operazione di marketing? Che il video del singolo su Youtube ha totalizzato solamente, se così vogliamo dire, 1 milione di visualizzazioni, mentre quello su Instagram conta oltre 4 milioni di views e 21500 commenti. L’ennesima vittoria targata Gianluca Vacchi, per buona pace di haters e moralisti.

Carlo Saccomando

Loading...

Articoli Correlati