PERSONAGGIԑ PRIMO PIANO

Gigi Riva compie 75 anni: “Il calcio mi diverte ancora”

CAGLIARI. Gigi Riva compie oggi 75 anni. E’ nato a Leggiuno il 7 novembre 1944, ma gran parte della sua vita l’ha trascorsa a Cagliari, una città che ha amato e ama in modo viscerale. Da qualche giorno il telefono della sua casa squilla, per ammiratori e amici che lo riscaldano di affetto. “Sì, davvero tanta gente mi vuole bene: io non do tanta soddisfazione, ma questo affetto lo sento e mi fa davvero piacere”, ribadisce uno dei simboli indelebili del calcio isolano. E, aggiunge: “Settantacinque anni sono tanti, si va in discesa…Ho superato bene qualche acciacco degli ultimi tempi, diciamo che mi accontento”, prosegue il bomber di Cagliari e Nazionale al telefono. Con la maglia rossoblu , Riva è stato tre volte capocannoniere di serie A, 164 gol in 315 partite di campionato, lo storico scudetto dell’aprile 1970. Con la maglia azzurra, invece, Riva resta tuttora imbattuto: 35 gol in 42 partite.

Gigi Riva è stato una bandiera per molti anni del Cagliari e della Nazionale

“Il calcio mi diverte ancora – sottolinea – registro e rivedo la sera, con calma, al culmine delle mie giornate in casa con figli e le nipoti, ne ho cinque e tutte femmine, e loro sanno che il nonno ha sempre un regalo tra le mani. Certo, il calcio è cambiato, ma c’è spazio e divertimento per tutti, da chi gioca per salvarsi a chi fa le Coppe. E poi che soddisfazione questo Cagliari”.

Un neo che non Riva non sopporta nel mondo del pallone e in generale è il razzismo. “C’e’ nella vita di tutti i giorni, durante la settimana e per le vie delle nostre città – dice con l’unica nota di amarezza -. Poi e’ inevitabile che la domenica l’imbecille non si trattiene. Alla gente dico: continuate ad andare allo stadio, ma comportatevi bene. Il calcio ne ha bisogno, per andare avanti“.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati