SPORTԑ PRIMO PIANO

Gp Bahrain, strepitosa pole Ferrari: 1° Leclerc, 2° Vettel

MANAMA (BAHRAIN). Forse è ancora troppo presto per dirlo, ma la Ferrari è tornata! Tutti i tifosi della rossa sono legittimati a fare gli scongiuri del caso, ma nel team di Maranello è tornata la soddisfazione per aver conquistato una pole position che mancava dal 2 settembre 2018, quando Kimi Raikkonen era riuscito a conquistare la partenza in prima posizione nel Gran Premio di Monza.

Al Gran premio del Bahrain , sulla pista di Sakhir, la Ferrari piazza il doppio colpo con il miglior tempo firmata dall’astro nascente Charles Leclerc, che fa segnare il giro più veloce in 1’27”866”’, unico pilota ad essere sceso sotto la soglia del 1′ e 27”. Per il giovane pilota questa è una giornata da incorniciare all’insegna dei record: questo risultato rappresenta la prima pole in carriera, prima in assoluto per un pilota nato nel Principato di Monaco. In più è il secondo pilota più giovane nella storia della Formula 1 a conquistare la pole, guarda caso dietro al compagno di squadra Vettel, e il primo più giovane nella storia della Ferrari. Inoltre oggi ha stabilito il nuovo record della pista.

In seconda posizione Sebastian Vettel staccato di 294 millesimi. Non scherzano le Mercedes, che si avvicinano notevolmente rispetto alle prove libere e piazzano Lewis Hamilton in terza piazza, distanziato di appena 30 millesimi dal secondo, e Valtteri Bottas a 66 millesimi dal compagno di squadra. Max Verstappen con la Red Bull partirà in terza fila con a fianco Kevin Magnussen con la Haas, che per soli 5 millesimi non riesce a superare il rivale.

Settimo Carlos Sainz in McLaren, ottavo Romain Gosjean con l’altra Haas, nono Kimi Raikkonen che riesce a portare l’Alfa Romeo tra le prime dieci vetture e chiude la top ten Lando Morris con la seconda McLaren. Male le Renault e sopratutto NikoHulkenberg, che nelle ultime libere era riuscito a conquistare il quinto tempo con 1’29”669”’, mentre in queste qualificazioni non riesce nemmeno a superare il Q1 con un misero 1’30”034”’. Giornata da dimenticare anche per Pierre Gasly con la seconda Red Bull e per l’unico italiano in gara, Antonio Giovinazzi, che si classifica sedicesimo.

A fine gara grande felicità da parte di Leclerc che ha dichiarato: ” Sono felice. In Australia avevo commesso qualche errore in Q3 ed ho lavorato sodo per non ripeterli. – Il pilota monegasco ha poi aggiunto – E’ stato difficile stare davanti a Sebastian (Vettel) sto imparando e devo imparare ancora molto da lui, ma oggi sono contentissimo di questa pole. Stasera? Dormo e mi concentro per domani“.

Tags

Articoli Correlati