AMBIENTEԑ TOP NEWS

Greta Thunberg a Davos: “C’è maggiore consapevolezza sull’ambiente”

Prende il via il World Economic Forum di Davos, evento fondato nel 1971 dall’economista tedesco Klaus Schwab e che quest’anno compie il suo cinquantesimo anniversario, considerato come una tra le più importanti occasioni di dialogo su temi particolarmente rilevanti a livello globale, come ad esempio l’economia e l’ambiente. L’evento durerà quattro giorni a partire da oggi, martedì 21 gennaio 2020, e il piccolo comune situato sulle Alpi svizzere, distante 25 km circa dal confine austriaco e a poco meno di 60 km da quello italiano, come ogni anno avrà l’occasione di ospitare aziende, leader, attori e numerose altre personalità influenti.

Stamane ha esordito l’attivista più famosa del pianeta, Greta Thunberg, che ha fatto da apripista in questa edizione che ha come tema principale lo sviluppo sostenibile e per l’occasione ha coniato lo slogan “Stakeholders for a Cohesive and Sustainable World.”, che tradotto significa “Tutti quei oggetti, individui od organizzazioni, attivamente coinvolti in un’iniziativa economica (Stakeolders) impegnati per un mondo coeso e sostenibile“.

Nessuno se lo sarebbe aspettato, c’è una maggiore consapevolezza e il cambiamento climatico è diventato un tema ‘caldo’. Ma da un altro punto di vista non è stato fatto nulla, le emissioni di Co2 non sono state ridotte ed è questo il nostro obiettivo“. Queste le prime parole della giovane attivista che ha proseguito sottolineando che questo ” è solo l’inizio”, inoltre auspica che “si inizi ad ascoltare la scienza e trattare questa crisi per quella che è, perché questa è una vera e propria crisi“.

Greta era giunta ieri nella cittadina svizzera con la marcia climatica di Lanquart, guidata degli attivisti di Strike WEF e durata tre giorni, con l’intento di indurre i vertici del Word Economic Forum ad acquisire maggiore responsabilità per combattere la crisi climatica. La giovane svedese all’arrivo a Davos era stata accompagnata da alcuni ambientalisti locali, e affiancata da una decina di ‘teenage changemakers‘, coetanei impegnati sul tema dei cambiamenti climatici.

greta thunberg davos
Da sx Natasha Mwansa, Greta Thunberg, Autumn Peltier e Salvator Gomez Colon (Twitter)

Inoltre questa mattina Greta ha pubblicato una foto sul suo account Twitter nella quale appare in compagni di altri tre giovani attivisti che si sono distinti a livello mondiale per le loro battaglie: l’attivista diciottenneenne dello Zambia Natasha Mwansa, la ‘guerriera dell’acqua‘, la tredicenne canadese Autumn Peltier e Salvator Gomez Colon, il ragazzo di 15 anni che ha costituito da solo un fondo per ricostruire Porto Rico dopo l’uragano.

Inoltre questa mattina alle ore 11:30 è previsto l’arrivo del presidente statunitense Donald Trump, del quale è previsto un intervento insieme al direttore esecutivo del World Economic Forum, Klaus Schwab.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati