PERSONAGGIԑ PRIMO PIANO

Il coreografo Luca Tommasini vittima di una gang di rapinatori

Una bruttissima esperienza, per fortuna conclusasi senza gravi conseguenze fisiche, ma sicuramente indimenticabile. Paura per il coreografo di tante stelle del pop mondiale, Luca Tommasini, che è stato vittima di un tentativo di furto con scasso nella sua casa di Trastevere a Roma e si è ritrovato alle 23 di ieri, allo scattare del coprifuoco, di fronte a un gruppo di rapinatori prima sulla porta di casa e poi sull’ingresso del condomino.

Dopo essere fuggito per le scale, Tomassini è stato immobilizzato da due rapinatori che gli hanno puntato una pistola in faccia e in gola: “Avevano un borsone – racconta – accette, picconi, e non so che altro, mi spingevano, strattonavano”.

luca tommasini
Il coreografo Luca Tommasini

“Li ho supplicato di non uccidetemi, mi hanno puntato la pistola alla gola – spiega -. Poi sono arrivate per fortuna le volanti, ma sono stato un’ora in balia di di questi folli”. A Tommasini è stato rubato il cellulare, insieme alle chiavi di casa e dell’allarme. 

Tags

Articoli Correlati