• 24 Settembre 2021
  • DAL MONDO

Il presidente Biden invita Andrew Cuomo alle dimissioni

Dopo l'accusa di molestie sessuali Il presidente Biden invita Andrew Cuomo, governatore dello Stato di New York a dimettersi

Martedì 3 agosto 2021 il procuratore dello Stato di New York , Letizia James ha annunciato che il governatore dello Stato di New York, il democratico Andrew Cuomo, è sotto inchiesta poiché secondo un’indagine appena conclusa ha “molestato sessualmente diverse donne.”

Momento nero per Andrew Cuomo che rischia di perdere in modo irreversibile la popolarità guadagnata per la gestione della pandemia, di cui New York è stata l’epicentro americano nella primavera del 2020.

Baci e abbracci non richiesti alle dipendenti

Pare che le donne molestate da Cuomo siano undici. “L’indagine ha accertato che il governatore Andrew Cuomo ha molestato sessualmente diverse donne e così facendo ha violato la legge federale e statale“, ha affermato il pubblico ministero, aggiungendo che tra le vittime ci sono funzionari ancora in servizio.

Il rapporto investigativo attribuisce ad Andrew Cuomo, “baci e abbracci non desiderati” e “commenti inappropriati.” In una dichiarazione dell’ufficio del pubblico ministero, si legge che secondo i risultati dell’indagine, il governatore e il suo staff “hanno anche adottato misure di ritorsione contro un dipendente che ha tentato di denunciare quanto stava accadendo.” Sempre secondo la dichiarazione basata sulle indagini svolte, il team esecutivo del governatore avrebbe creato un ambiente di lavoro tossico e ostile che che ha reso possibili le molestie.

Da sinistra Joe Biden e Andrew Cuomo
Da sinistra Joe Biden e Andrew Cuomo (Facebook)

Cuomo, in lacrime, nega ogni accusa

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden una volta avuta la notizia in merito alle accuse rivolte a Cuomo ha invitato il governatore democratico a dimettersi.

Secondo il procuratore Letitia James, spetta allo stesso governatore “trarre le conclusioni” dell’inchiesta. Alla domanda se dovrebbe dimettersi, la James ha risposto: “La decisione spetta al governatore dello Stato di New York. Il rapporto parla da solo.”

Il governatore è stato ascoltato a lungo dagli investigatori il 17 luglio e ha negato fortemente le accuse quando sono state rese pubbliche: “Non ho mai toccato nessuno in maniera non appropriata” ha dichiarato Andrew Cuomo in lacrime nel corso di una diretta tv.

Tags

Valentina Roselli

Laureata in Scienze Politiche, giornalista, ha iniziato come cronista per importanti testate nazionali e locali, ha collaborato con alcuni periodici di attualità occupandosi di politica ed è stata direttrice editoriale del quotidiano "Notizie Nazionali". Negli ultimi anni ha lavorato come ghostwriter e ha collaborato ad inchieste giornalistiche di attualità per radio e tv online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati