DAL MONDOԑ TOP NEWS

In Cina si registra il primo morto legato ai casi polmonite virale

PECHINO. La Cina ha annunciato il primo decesso legato ai casi di polmonite virale registrati a partire da dicembre dal focolaio individuato a Wuhan, nell’Hubei. L’infezione è stata attribuita a un nuovo tipo di virus della stessa famiglia della Sars, che tra il 2002 e il 2003 uccise oltre 700 persone tra Cina e Hong Kong. La Commissione sanitaria di Wuhan ha spiegato che 41 persone sono state diagnosticate con i sintomi della polmonite virale: oltre alla prima vittima, 7 restano in condizioni gravi e due sono state dimesse.

Si infittiscono gli appositi protocolli sanitari in aeroporti come Hong Kong (dove si sono segnalati finora 5 casi di isolamento precauzionale) e Singapore, mentre si moltiplicano online i messaggi di preoccupazione per la similitudine dei sintomi iniziali con quelli della Sars, la cui diffusione partita dalla Cina fra il 2002 e il 2003 causò la morte di 744 persone. Le autorità sanitarie della città di Wuhan, capitale con 11 milioni di abitanti della provincia centrale di Hubei, hanno precisato in una nota che i casi rilevati finora sono saliti a 44 (di cui 11 ritenuti «gravi») dai 27 di fine anno. 

Articoli Correlati