CRONACHEԑ PUGLIA

Individuati e denunciati i presunti componenti di una baby gang

BARI. Indagini e il lavoro di investigativa hanno dato i loro frutti. I carabinieri hanno individuato e denunciato a piede libero, per lesioni personali aggravate in concorso, tutti i presunti componenti di una baby gang accusata di avere aggredito due loro coetanei all’imbocco del sottopasso Marconi, a Bari. L’episodio risale al 30 aprile scorso quando un 16enne e un 15enne furono picchiati brutalmente da un gruppo di sette ragazzi, di età compresa tra i 16 e i 13 anni, di cui uno nipote del boss del quartiere Japigia.  L’aggressione scattò dopo che i due ragazzi uscirono da una scuola del rione Madonnella.

bari baby gang

Uno dei due si accorse che dei giovani stavano inseguendo, con intenti tutt’altro che pacifici, un suo compagno di classe e decise di pedinarli a distanza. Giunto all’imbocco del sottopasso, si accorse che l’amico stava subendo una violenta aggressione fisica. Terminato il pestaggio, gli aggressori si accorsero della sua presenza, lo raggiunsero e gli sferrarono un pugno al volto costringendo entrambi gli adolescenti a ricorrere alle cure dei medici del Pronto soccorso. Baby gang, criminalità metropolitana, bande che scalano rapidamente posizioni nella gerarchie malavitose e approdano nei ranghi nell’arcipelago di cosche che incombe sulla città: lo scenario della devianza minorile è frastagliato quanto complicato. Perché in continua evoluzione.

«In realtà – spiega il presidente del Tribunale per i minorenni di Bari, Riccardo Grecoil numero dei reati è calato: le nuove iscrizioni sono state circa 1150 rispetto alle oltre duemila dell’anno precedente; inoltre, va tenuto presente che ciò avviene in un distretto che comprende anche le province di Foggia e della Bat; preoccupa piuttosto – sottolinea il magistrato – il salto qualitativo dei reati: nell’ultimo anno ci sono state quattro persone accusate di omicidio e preoccupa la disponibilità di armi come dimostra l’ultima operazione dei carabinieri, che hanno bloccato un 17enne con una pistola».

Articoli Correlati