DAL MONDOԑ TOP NEWS

Israele reagisce all’attacco: colpito l’ufficio di Hamas a Gaza

TEL AVIV. Cresce la tensione in Medio Oriente. L’aviazione israeliana – riferisce una emittente locale – ha colpito in serata l’ufficio del leader di Hamas Ismail Haniyeh, nel rione Nasser di Gaza. Haniyeh non era comunque nell’edificio. L’esercito israeliano oggi ha fatto sapere di aver deciso l’invio di altre truppe al confine con Gaza: due battaglioni di terra e tank dopo il lancio di un missile,che ha colpito una casa in Israele ferendo 7 persone.

E’ stato richiamato anche un piccolo contingente di intelligence per Iron Dome, il sistema di difesa antimissili. “Il tiro – ha detto il portavoce – è stato compiuto da Hamas, da una delle rampe di lancio del gruppo. Consideriamo Hamas responsabile di tutto quello che succede a Gaza”. La rampa di lancio, a 120 chilometri di distanza dall’impatto in Israele, si trova a Rafah, nel sud della Striscia.

Israele, il cui premier Benyamin Netanyahu ha deciso di accorciare la visita in Usa per rientrare in patria, intanto ha chiuso i valichi di frontiera di Erez (persone) e Kerem Shalom (merci) fino a nuovo ordine. Lo ha deciso il Coordinatore delle attività di governo nei Territori, generale Kamil Abu Rukun. Al tempo stesso è stata ridotta l’area della zona di pesca a largo di Gaza.

L’esercito  ha cominciato a colpire Gaza in risposta al razzo di questa mattina. Ad essere colpite – ha reso noto – obiettivi terroristici di Hamas. Fonti locali della Striscia riportano esplosioni. Secondo le stesse fonti, il primo attacco è stato nel nord di Gaza in una base di addestramento al Kassam, il braccio armato di Hamas. Il ministero della sanità della Striscia – hanno aggiunto – ha dichiarato l’emergenza in tutti gli ospedali.

Il presidente dell’Anp Abu Mazen “condanna l’escalation israeliana nella striscia di Gaza”. Lo scrive l’agenzia di stampa ufficiale palestinese Wafa, secondo cui da diverse ore il Comitato esecutivo dell’Olp, assieme con Abu Mazen, sta seguendo “con grande preoccupazione” gli sviluppi a Gaza. Le sirene di allarme hanno risuonato nel sud di Israele attorno alla Striscia.

Articoli Correlati