DAL MONDOMOTORIԑ PRIMO PIANO

Kyoto, Lamborghini regina al Concorso d’eleganza 2019

KYOTO. Nella splendida cornice dello storico castello imperiale, una sfilata d’antan per le automobili che hanno segnato la storia delle quattro ruote motorizzate a livello mondiale. L’occasione è stata quella del Concorso d’eleganza Kyoto 2019 che ha visto primeggiare alcuni capolavori “made in Italy”. Infatti, grande protagonista della terza edizione del concorso d’eleganza è stata la Lamborghini: la Casa di Sant’Agata Bolognese è stata la più rappresentata e premiata nella manifestazione, con 22 vetture storiche iscritte sulle 54 totali.

Nella spettacolare cornice del castello di Nijo, patrimonio dell’Unesco dal 1994, i gioielli motoristici del produttore italiano hanno brillato tra gli sguardi di ammirazione di appassionati e curiosi. Telaio numero 0310, la Lamborghini 3500 GTZ appartenente a un collezionista statunitense, carrozzata nel ’65 dalla Zagato, ha conquistato il “Best in show” con l’unanimità dei voti, oltre ai riconoscimenti “Race and Prototypes” e “Best Zagato”, quest’ultimo messo in palio per celebrare i 100 anni della maison milanese. Eppoi la Miura, altra grande protagonista con la serie SV verde del 1971 che sullo sfondo della suggestiva stagione di fioritura dei ciliegi si è aggiudicata due premi vincendo nella classe “Lamborghini 1963-70” e “Best Lamborghini”.

Andando avanti con gli anni altre due protagoniste d’eccellenza hanno ottenuto il meritato riconoscimento da parte della giuria: una spettacolare Countach del 1975 in arancio su interni neri vincitrice della classe “Lamborghini 1971-1985” e il trofeo “Most Desirable to Drive”; e una Diablo GT del 2000 in nero su interni neri leader nella classe “Lamborghini 1986-2000”.

All’evento, i proprietari delle Lamborghini sono stati supportati dal dipartimento che dal 2016 si occupa di preservare il patrimonio storico del costruttore emiliano, la ricostruzione dei pezzi di ricambio, il restauro e la certificazione delle vetture prodotte fino al 2001. Terminato il concorso, hanno spiegato da Sant’Agata Bolognese, diverse macchine sono partite per il “Tour d’Eleganza Kyoto 2019”, organizzato su tre giornate di guida, attraverso luoghi e panorami tra i più suggestivi della regione. Dopo l’attraversamento del ponte Seto, il passaggio sull’isola di Awaji, il giro ha previsto il rientro a Kyoto.

“L’attività del Polo Storico ai concorsi di eleganza – hanno chiarito dal Polo Storico – proseguirà con la partecipazione ad altre importanti manifestazioni, in preparazione della seconda edizione del ‘Lamborghini & Design – Concorso d’Eleganza’, che si terrà tra Venezia e Trieste i prossimi 19-22 settembre”.

Tags

Articoli Correlati