POLITICAԑ LAZIOԑ TOP NEWS

La casta boccia il referendum sulla legge elettorale, Salvini “Una vergogna”

ROMA. Sempre meno cittadini con un qualche potere decisionale civile e democratico e sempre più sudditi da spremere come limoni e senza nessuna possibilità di interagire o esprimersi sulla vita civile del Paese. E’ una vergogna, e’ il vecchio sistema che si difende: Pd e 5stelle sono e restano attaccati alle poltrone. Ci dispiace che non si lasci decidere il popolo: cosi’ e’ il ritorno alla preistoria della peggiore politica italica”.

Lo afferma Matteo Salvini, segretario della Lega commentando la bocciatura del referendum sulla legge elettorale da parte della Consulta. Il leader del Pd Nicola Zuingaretti invece sottolinea come la decisione della Corte Costituzionale faccia venir meno il “bluff” di Salvini: “Ora – dice – avanti per cambiare davvero l’Italia”. La decisione della Corte Costituzionale, osserva invece Luigi Di Maio consente ora di seguire “la strada del proporzionale affinche’ tutti i cittadini italiani siano effettivamente rappresentati in Parlamento”.

Articoli Correlati