CULTURADAL MONDO

La “solitudine” di Marquez rivive in streamig su Netflix

I diritti di uno dei pilastri della letteratura mondiale, “Cent’anni di solitudine”, scritto da Gabriel Garcia Marquez (1927 – 2014) nel 1967, sono stati acquistati da Netflix, la società che distribuisce via Internet film, serie televisive, e altri contenuti d’intrattenimento. Sembra che Gabo, così era noto Marquez, avesse rifiutato molte offerte che avrebbero trasformato il romanzo in film. Quello di Netflix sarà quindi il primo adattamento per lo schermo.

Gabriel Garcia Marquez riceve il Nobel per la Letteratura nel 1982

Rodrigo Garcia e il fratello Gonzalo, figli dello scrittore colombiano
Premio Nobel per la Letteratura, saranno i produttori della serie che sarà girata in Colombia con i migliori attori latino-americani. La decisione degli eredi di stipulare l’accordo con Netflix è basata sulla popolarità del colosso americano, e sul fatto che la gente segue film con i sottotitoli.

La famiglia Buendia con il suo carico di “realismo magico” che l’ha attraversata grazie alla penna di Marquez nella città di Macondo, apparirà in rete in lingua spagnola, come desiderio di Gabo, che, per merito di uno stile del tutto personale, ha reso il romanzo conosciuto in tutto il mondo, vendendo 50 milioni di copie dalla pubblicazione.

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati