ԑ LAZIO

L’addio a Bonaiuti, presente un commosso Silvio Berlusconi

ROMA. Si sono svolti nella chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza i funerali di Paolo Bonaiuti, lo storico portavoce di Silvio Berlusconi nonché sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri in tre governi del Cavaliere. A scortare il feretro la moglie Daniela e parenti ed amici più stretti, con l’ex premier arrivato da Perugia e poi rientrato a Palazzo Grazioli al termine della cerimonia. Nell’edificio del Borromini, ad un passo da palazzo Madama, tante le persone venute a dare l’ultimo saluto ad uno dei personaggi simbolo del ventennio berlusconiano.

Tra i primi ad arrivare alla cerimonia Antonio Tajani, Angelino Alfano, Gianfranco Fini, Gianni Letta, Clemente Mimun, Denis Verdini. E poi ancora nomi e volti di protagonisti della politica come Paolo Gentiloni, Pierferdinando Casini, Maurizio Sacconi, Ugo Sposetti, Luigi Zanda, Lorenzo Cesa. Con Bonaiuti “era rimasto un sentimento di vicinanza, di amicizia; lui si allontanò perché mi disse di non poter piu lavorare” con alcune delle persone che erano nel partito – dice Berlusconi. “Io gli dissi fai come vuoi ma questo non includerà mai la nostra amicizia. Bonaiuti è stato uno a cui io non ho mai potuto fare un solo rimprovero, che mi è stato molto utile per espletare il mio ruolo di premier. A lui il mio ricordo affettuosissimo e un grazie che mi viene dal profondo del cuore per tutto quello che lui ha dato a me” ha detto Silvio Berlusconi.

Articoli Correlati