ATTUALITA'ԑ TOP NEWS

Lampedusa, imbarcati i primi 350 migranti sulla nave quarantena

Il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, ha evidenziato che si tratta di una situazione di emergenza peggiore di quella avvenuta nel 2011, anno in cui si era verificato un boom di sbarchi.

Sono 350 i migranti, tutti di nazionalità tunisina, che questa mattina sono state imbarcati sulla nave quarantena ‘Azzurra‘ del gruppo Grandi navi veloci, dalla capienza complessiva di 1.000 posti, partita ieri sera da Porto Empedocle e che ha attraccato al porto di Lampedusa. L’imbarco è avvenuto a Cala Pisana sotto l’attento monitoraggio da parte della polizia e dei carabinieri.

I migranti, con mascherine e zaini, sono saliti a bordo dell’imbarcazione a a gruppi di dieci, sotto la supervisione della Croce Rossa che li ha dislocati nei vari ponti. I profughi giungeranno dall’hotspot di contrada Imbriacola, fino a quando tutti i posti disponibili non verranno riempiti. 

A causa del forte vento sull’isola (22 nodi), non si può procedere ulteriormente, in sicurezza, all’imbarco dei migranti ospiti dell’hotspot sulla nave-quarantena Gnv Azzurra. L’unità sta navigando sotto costa, al riparo dalle forti raffiche. Non appena calerà il vento, riprenderà il trasferimento.

250 migranti lampedusa
Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello

Il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, intervenuto alla trasmissione Agorà su Rai3 ha sottolineato che quella attuale è una “situazione di emergenza” testimoniata dal fatto che gli sbarchi attuali sono più numerosi rispetto a quelli avvenuti nel 2011. “Chiedo l’emergenza per semplificare le operazioni di gestione dei migranti“, ha affermato il sindaco Martello che poi ha aggiunto “Al momento ci sono 1300 persone in due strutture: nell’hotspot pieno siamo a 1100 persone e poi ce ne sono altre 200 in una struttura messa a disposizione dalla chiesa perché nel centro di accoglienza non ci entravano più“.

Una situazione che però non è destinata a migliorare in quanto al Cara di Caltanissetta, nonostante il centro sia in procinto di svuotarsi, sono attesi altri 370 migranti. Il primo cittadino di Lampedusa ha lamentato come l’invio di 80 militari e due squadre di polizia non sia sufficiente a garantire la massima sicurezza all’interno e all’esterno della struttura.

Intanto Alarm Phone ha diffuso una richiesta d’aiuto da parte di 27 migranti a bordo di una imbarcazione in Sar maltese, i quali hanno affermato di trovarsi in grave difficoltà. L’ong riferisce che si tratta di persone “fuggite dalla Libia in cerca di un posto sicuro“. “Il vento e le onde sono aumentati – ha aggiunto Alarm Phone in un tweet – e hanno perso l’orientamento. Ma ancora nessun soccorso in vista“.

Carlo Saccomando

Tags

Articoli Correlati