AMBIENTEԑ LOMBARDIAԑ PRIMO PIANO

L’eco-villaggio alle porte di Milano dove “tutto è futuro”

Nella capitale verde di Milano, Buccinasco, che vanta 13 aree verdi per un milione di metri quadrati, è sorto un eco-villaggio. Si chiama “Lops”, e si trova all’interno del più grande parco del comune: 500 mila metri quadrati tra laghi e verde. Circondato da scuole e istituti di ispirazione steineriana e montessoriana, piste ciclabili che collegano la cittadina ai Navigli di Milano e al parco sud del Ticino attraverso castelli e cave, asili, metropolitana, centri commerciali, e cinema, il progetto è nato ponendo l’attenzione sulla qualità della vita, rispettando il benessere dell’uomo. Qui sono numerose anche le aree comuni come l’area cani, il deposito bici, moto ecarrozzine, l’area giochi attrezzata, l’area solarium e yoga, e la piscina estiva.

La qualità abitativa a sette stelle è stata certificata dall’autorevole protocollo “Condominio Sette Stelle” del Dipartimento Architectural Building & Construction del Politecnico di Milano, considerando 64 indicatori di tipo sociale, ambientale, ed economico.

Gli appartamenti risultano in classe energetica A4, la più alta in vigore, per la quale è stata impiegata l’alta tecnologia energetica che assicura bassi consumi e sostenibilità ambientale: il 75% dell’energia elettrica che alimenta gli spazi condominiali e le aree comuni, ad esempio, proviene da fonti rinnovabili, attraverso l’impianto fotovoltaico condominiale. Inoltre, gli standard di sicurezza sismica seguono le normative recenti, e, oltre ai risparmi, gli alloggi godono di impianti domotici di nuova generazione connessi con lo smartphone, e quindi facilmente controllabili con un “touch” sul cellulare.

L’eco-villaggio prevede anche servizi domiciliari di baby sitting, dog e cat sitting, servizi infermieristici, lavanderia, fisioterapisti e osteopati, pulizie e manutenzioni h24.
Numerosi sono quindi i motivi per cui è stato incluso tra le altre prestigiose iniziative immobiliari lombarde che hanno ottenuto il massimo riconoscimento nel rating del Politecnico, quali la “Residenza del Futuro” di Magenta (composta da unità dotate di miglior confort abitativo e alta qualità della vita, a risparmio energetico, e rispettose dell’ambiente), e le “Residenze Smart” di Lainate, in cui gli spazi incoraggiano un forte senso di comunità, sono un valore aggiunto, e arricchiscono le condizioni di vita. «Il riconoscimento ci rende orgogliosi e molto soddisfatti, confermandoci di aver lavorato nella giusta direzione», ha asserito Nicola Lops, che ha seguito l’intero progetto.

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.

Articoli Correlati

Lascia un commento