CRONACHEԑ LAZIO

M5S-pd non si mettono d’accordo sulle “doti” del matrimonio

ROMA. Un passo avanti e tre passi indietro…Le manfrine giallorosse dei pentastellati e del pd potrebbero anche ricordare, con tutto il rispetto per il cantante, “Io vorrei non vorrei, ma se vuoi” dell’immortale e indimenticabile Lucio Battisti. Slitta infatti alle 12 il nuovo vertice sul programma previsto alle 9.30 tra delegazioni Pd-M5S e il premier incaricato Giuseppe Conte a Palazzo Chigi.  Ieri è sembrato vacillare l’accordo per un governo 5S-Pd sulle dichiarazioni di Di Maio. 

Ieri Di Maio, forzando la mano nell’incontro, aveva consegnato una lista di 20 punti al premier incaricato sottolineando che ‘o si approva il programma M5s oppure è meglio il voto’. Confermata anche la consultazione su Rousseau mentre tra le priorità dei grillini non c’è la modifica dei decreti sicurezza. Un’altra ragione di scontro ieri con il Pd, insieme al nodo del vicepremier che sta a cuore a Di Maio. Vedremo cosa accadrà oggi, certo che se il buongiorno si vede dal mattino…

Articoli Correlati