CRONACHEԑ TOP NEWS

Manuel Bortuzzo punta alle prossime Olimpiadi

ROMA. Nel giorno del ritorno al Centro Fin (Federazione Italiana Nuoto) Manuel Bortuzzo ha manifestato la grande voglia di ritornare all’attività agonistica in vasca: “Il mio obiettivo erano le Olimpiadi e non e’ cambiato la speranza c è sempre”.

Dove mi vedo tra dieci anni? Spero in piedi” Così ha risposto il diciannovenne nuotatore veneto rimasto paralizzato agli arti inferiori a seguito di un’aggressione a colpi di pistola, subita per errore nella notte tra il 2 e il 3 febbraio alla periferia sud della capitale”. Manuel rappresenta un esempio per tutti, indomito nello spirito e sopratutto nel modo di pensare, non si è mai arreso davanti alle avversità del destino e nonostante tutto quello che gli sia capitato non prova alcuna rabbia nei confronti di chi gli lo ha costretto momentaneamente a stare seduto su una sedia a rotelle: “Incontrare chi mi ha sparato? Non cambierebbe nulla, ma se me lo trovassi davanti mi metterei a ridere perché non ha senso quello che hanno fatto. Non si tratta di perdonarli o meno”.

L’atleta delle Fiamme Oro incalzato in merito ad una possibile partecipazione futura alle Paralimpiadi ha spiegato: “Non ci penso. Voglio prima vedere dove posso arrivare”. L’opinione della gran parte degli italiani, che ha seguito in maniera attenta e commossa la vicenda di questo giovane uomo, è che non ci sia bisogno di vedere dal punto di vista sportivo dove Manuel possa arrivare, perché tutta l’Italia è sicura che abbia già raggiunto traguardi inimmaginabili e che sia solo una questione di tempo realizzare grandi imprese a livello sportivo. L’Italia intera è orgogliosa di Manuel, lo supporterà sempre e non c’è medaglia al mondo che possa rimpiazzare l’affetto che circonda questa splendida persona.

Articoli Correlati