ATTUALITA'ԑ TOP NEWS

Mattarella: “Seguiamo l’esempio del volontariato, fonte irrinunciabile di umanità”

L’Italia sta affrontando con “energia e responsabilità l’attuale, difficile prova“, nonostante il Coronavirus abbia spezzato “tante vite e impresso nella nostra memoria immagini che non dimenticheremo.” Queste le toccanti parole che attraverso una lettera il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della Giornata Mondiale della Croce Rossa, ha inviato al presidente nazionale dell’associazione Francesco Rocca.

L’inquilino del Quirinale ha sottolineato la “coesione” di cui è stato capace il popolo italiano, e sopratutto la capacità e la dedizione di quei lavoratori che hanno combattuto in prima linea contro il virus come “medici e operatori sanitari“, professionisti che hanno garantito i servizi essenziali e ci hanno consentito “di superare i passaggi più critici“. Opere grazie alle quali oggi possiamo progettare la ripartenza.

Croce Rossa (Twitter)

Il presidente non ha dimenticato inoltre il volontariato, fonte “di insegnamento e di umanità” che “ci aiuterà ad aprire una nuova stagione di sviluppo civile, economico, sociale.” Con riferimento specifico alla Croce Rossa e alla Mezzaluna Rossa Mattarella ricorda come l’anniversario avvenga in un momento complicato per l’intera umanità, in cui sta affrontando e contrastando “una pandemia insidiosa” capace di mettere a dura prova i servizi sanitari delle nazioni, di causare affanni e sofferenze ad ogni settore della società, oltre che ai malati, e sopratutto miete ogni giorno numerose vittime in tutto il globo.

In questo particolare momento storico l’esempio da seguire è proprio del volontariato che grazie alla professionalità degli operatori e al loro generoso impegno dona un contributo prezioso alla comunità fatto di “assistenza nella malattia, di aiuto concreto di fronte ai bisogni, di sostegno quando la paura e l’insicurezza rischiano di lasciare un segno profondo nella vita delle persone.”

mattarella volontariato

Tra le frasi più toccanti del presidente Mattarella spicca quella in cui afferma: “Il coraggio di portare aiuto è divenuto potente azione di pace.” Motivo per il quale manifesta a nome di tutti gli italiani una grande gratitudine nei confronti della Croce Rossa Italiana “per ciò che ha fatto negli anni e per ciò che continua a fare. Per i valori e la cultura che testimonia: la gratuità del dono di sé, del proprio tempo, delle proprie competenze è un motore di solidarietà che arricchisce la vita dell’intera comunità.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati