• POLITICA

Matteo Salvini pronto a riunire gli alleati del centrodestra

La crisi di governo è palese, la spaccatura tra gli ex alleati impossibile da risanare e Matteo Salvini si prepara a riallacciare i rapporti con i partiti di centrodestra in vista di future elezioni. “Nelle prossime ore vedrò Berlusconi e la Meloni alla luce del sole. Parleremo sia di elezioni regionali sia di elezioni politiche: proporrò un patto, l’Italia del sì contro l’Italia del no“. Una piccola stoccata al Movimento 5 Stelle.

In un’intervista rilasciata a “il Giornale” il vicepremier preferisce non classificare la nuova alleanza, che fa intendere includerà senza ombra di dubbio Forza Italia e Fratelli d’Italia, ma lascia spazio a possibili inclusioni di nuove realtà appartenenti all’ala conservatrice che definisce “fatte da buoni sindaci e amministratori“. Il riferimento principale per quest’ultime va a Giovanni Toti e il suo nuovo movimento “Cambiamo!

salvini alleati centrodestra

L’intento principale del leader leghista è quella di ristabilire i rapporti con i principali protagonisti del centrodestra, ma nello stesso tempo di creare una nuova formazione che vada “oltre il vecchio centrodestra“. In un’intervista tv su La7 Alessandro Amadori, direttore delle ricerche qualitative dell’Istituto Piepoli, afferma che il partito di Giovanni Toti potrebbe raggiungere il 3% spaccando l’elettorato di Forza Italia. Inoltre secondo i sondaggi un governo formato da Lega, Fratelli d’Italia e il movimento Cambiamo! raccoglierebbe il 45% e una maggioranza stabile. Il questo modo sarebbe escluso Silvio Berlusconi e il suo partito, che subirebbe un taglio di voti per opera della spaccatura con Toti e il suo seguito.

Oltre i veleni il ministro dell’Interno non esclude la possibilità in futuro un’eventuale coalizione “ampia” : “Io non escludo nessuno, questo non è il momento di escludere ma di includere il più possibile. Penso anche ai governatori e ai tanti grillini positivi che abbiamo conosciuto. Non tutti i Cinque stelle sono come Fico o Di Battista“. Chiaro il riferimento a Luigi Di Maio, per cui in diverse occasioni ha ribadito gli attestati di stima ed amicizia.

Stima che potrebbe venir meno nel caso di alleanza con Matteo Renzi, che a parere di Salvini “pensa a perdere tempo per salvare la poltrona” e di cui sa per certo che “molti deputati e senatori grillini sono assolutamente contrari all’ipotesi di una alleanza con Renzi e al momento giusto lo dimostreranno“. Infine esclude categoricamente l’ipotesi di un governo tecnico che definisce “un tradimento della democrazia” .

Norbert Ciuccariello

Tags

Articoli correlati