SCUOLAԑ TOP NEWS

Maturità 2020, al via gli esami per 500 mila studenti. Conte: “Tirate fuori il meglio di voi”

Al via gli esami di maturità 2020 per mezzo milione di studenti, che si troveranno ad affrontare un esame unico e particolare a causa delle norme di sicurezza previste dal protocollo a seguito dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus. Per l’apertura degli esami il ministro dell’Istruzione Azzolina ha scelto di essere a Bergamo, un gesto che vuole manifestare la grande vicinanza ad una delle provincie più colpite dalla pandemia.

La caratteristica principale che differenzierà questa maturità “post Covid-19” dalle precedenti sarà nella modalità di svolgimento di quest’ultimo: sono state annullate tutte le prove scritte sostituite da un’unica prova orale, della durata di un’ora circa, durante la quale ogni studente discuterà, in apertura di colloquio, un elaborato sulle discipline di indirizzo e che sarebbero state affrontate nella seconda prova scritta. Seguirà l’analisi di un breve testo studiato durante l’ultimo anno nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana, in sostituzione della prima prova scritta, poi sarà la volta della discussione multidisciplinare sui materiali predisposti dalla commissione.

maturità 2020

Infine verrà esposta una relazione sulle esperienze vissute dallo studente durante il tirocinio dei Pcto (‘Percorsi per Competenze trasversali e l’orientamento’ ex alternanza scuola-lavoro) e per ultimo il candidato dovrà rispondere ad una serie di domande su Cittadinanza e Costituzione che potrebbe anche riguardare come lo studente ha vissuto il periodo di lockdown.

All’ingresso negli edifici scolastici i maturandi e gli accompagnatori, al massimo uno per studente, dovranno indossare obbligatoriamente la mascherina e presentare un’auto-dichiarazione attestante il proprio stato di salute: dovranno dichiarare di non avere febbre oltre i 37,5° e di non trovarsi attualmente in quarantena.

Gli studenti non potranno presentarsi prima di 15 minuti dal proprio orale e appena finito dovranno andarsene per evitare gli assembramenti. Per agevolare l’afflusso e il deflusso delle persone all’interno degli istituti sono stati previsti dei percorsi segnalati e differenziati per l’entrata e l’uscita. Durante il colloquio gli studenti potranno togliere la mascherina mantenendo la distanza di sicurezza di almeno due metri dai commissari.

Per garantire la massima sicurezza degli edifici scolastici sono stati stanziati 39 milioni di euro per la sanificazione dei locali, le pulizie, l’acquisto di gel igienizzanti, per la predisposizione dei percorsi di ingresso e uscita dagli istituti e per i dispositivi di protezione individuale. Al termine di ogni sessione di esame, al mattino e al pomeriggio, gli spazi nei quali si sono svolti gli esami verranno ben areate e pulite.

Il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, su Facebook ha voluto augurare a tutti i maturandi un grande in bocca al lupo: “È stata anche per me una vigilia degli esami particolare, confesso di essere molto emozionata perché tra poco si riaprono le scuole. Ragazzi e ragazze un enorme in bocca al lupo! Voi avete vissuto una emergenza difficile e avete dato una grande prova. Ce l’avete messa tutta se avrete studiato. La maturità 2020 è un ponte verso il futuro. Siete stati forti, coraggiosi“.

Augurio al quale si è unito il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che via Twitter ha chiesto agli studenti di tirare fuori il meglio di sé: “Un grande in bocca al lupo a tutte le ragazze e i ragazzi che a partire da domani affronteranno la prova orale dell`esame di .maturità. Tirate fuori il meglio che è in voi, perché dovrete essere i protagonisti di un’Italia migliore”.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati