CRONACHEԑ TOP NEWS

Milano, giro di squillo: 2 anni e pena sospesa per la showgirl Kyra Kole

MILANO. E’ stata condannata a 2 anni di reclusione con la sospensione condizionale della pena Kyra Kole, all’anagrafe Edyna Greta Gyorgy, con all’attivo la partecipazione in tv al cast di “Ciao Darwin”. La 34enne ungherese residente a Pioltello, era accusata di avere gestito un giro di prostitute dentro un centro massaggi di sua proprietà a Carate Brianza, in provincia di Monza. La condanna le è stata inflitta per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione nel processo con rito abbreviato davanti alla gup del Tribunale di Monza Pierangela Renda. La Procura aveva chiesto una condanna a quattro anni di reclusione.

La showgirl era stata arrestata nell’aprile del 2018 dopo che i militari avevano, attraverso pedinamenti e appostamenti, verificato le segnalazioni di alcuni residenti della zona, insospettiti dal continuo viavai di clienti, soprattutto uomini, a tutte le ore del giorno. Gli investigatori avevano così scoperto che nel centro di via Amedeo Colombo a Carate Brianza si verificavano incontri per prestazioni sessuali a pagamento.

Le motivazioni della condanna con la pena sospesa non sono ancora state rese note ma pare che sia passata la tesi secondo cui le “massaggiatrici” non erano indotte dalla ungherese a prostituirsi, ma lavoravano a partita Iva ed arrivavano persino a litigare tra di loro per contendersi i clienti ed ottenere maggiori profitti, di cui una quota spettava alla 34enne titolare della società che stava dietro al business.

.

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati