CRONACHE

Misure del governo per far lavorare in sicurezza i palazzi di giustizia

ROMA. Far proseguire il lavoro giudiziario in sicurezza. Di fronte alla recrudescenza della pandemia il governo interviene con una serie di misure volte ad arginare il diffondersi del contagio anche nei palazzi di giustizia, limitando l’afflusso di operatori e utenti nei tribunali.

Lo fa con un sistema di interventi contenuti nel dl Rilancio, sui quali il Guardasigilli si è confrontato alla vigilia del Consiglio dei ministri con i rappresentanti della magistratura e dell’avvocatura, che per la prima volta sul tema arrivano a un documento comune tra procure e Unione delle camere penali. Si tratta di misure che dovranno valere per il tempo strettamente necessario per il superamento della fase acuta e che vanno dai processi a porte chiuse, al compimento di alcuni atti di indagini da remoto, sino al deposito degli atti da parte dei difensori mediante la posta elettronica certificata.

Articoli Correlati