SPORTԑ TOP NEWS

Mondiali donne: battuta 2-0 la Cina, azzurre nella storia

MONTPELLIER. L’Italia vola ai quarti di finale dei Mondiali femminili di calcio in corso in Francia. Le azzurre guidate da Milena Bertolini agli ottavi hanno battuto la Cina 2-0 (1-0) grazie alle reti di Giacinti e Galli. Ai quarti l’Italia sabato alle ore 15 affronterà la vincente di Olanda-Giappone 2-1.

Le azzurre eguagliano ai Mondiali il risultato ottenuto nel 1991, quando approdarono ai quarti di finale, dimostrando grandi individualità e un bel gioco d’insieme, una compattezza straordinaria e la voglia di stupire ancora. Ma soprattutto il sorriso: è una nazionale che sprizza gioia di giocare a pallone, che ride e sorride anche in campo e non soltanto quando va a ballare la macarena sotto alle tribune per fare festa.

Da Montpellier si tornerà al nord, a Valenciennes, per giocarsi sabato un quarto di finale bollente, e non soltanto perché nel giorno di maggior afa prevista si scenderà in campo nelle prime ore del pomeriggio. La Cina è stata favorita soltanto sulla carta. Già dai primi minuti la superiorità tecnica italiana ha avuto la meglio sulla fisicità delle cinesi. Ogni volta che le attaccanti azzurre partivano in contropiede spaventavano le avversarie e davano l’impressione di poter segnare, soprattutto con l’ispiratissima Giacinti.

La pennellata d’autore l’ha data la ct, togliendo la Girelli nel primo tempo e sostituendola con la Galli, piede vellutato e una botta da lontano che ha chiuso la partita. A portare avanti l’Italia, dopo un quarto d’ora, ci ha pensato Valentina Giacinti, la migliore e la più intraprendente, che già al 9′ si era vista annullare un gol per fuorigioco su lancio della Girelli dalla trequarti. E’ lei a sfuggire alla Liu Shanshan sulla destra, poi a servire la Bonansea al limite dell’area, che vede accorrere Elisa Bartoli sulla sinistra e la serve. La romanista allunga (si fa anche male in uno scontro) ma riesce a servire la Giacinti che, di sinistro, batte il portiere cinese Peng. E’ un vantaggio meritato, che sveglia le ragazze di Jia Xiuquan, che per tutto il resto del primo tempo martelleranno l’area azzurra. La difesa, però, non commette disattenzioni, i tentativi della temutissima Wang Shuang non arrivano mai a impensierire la Giuliani.

Il raddoppio è di Aurora Galli: ricevuta la palla dalla Guagni, fa partire un destro da 30 metri sul quale il portiere Peng si allunga un po’ in ritardo alla sua destra. Le azzurre corrono tutte insieme verso Milena Bertolini, il regalo che la ct chiedeva ieri per il suo compleanno è confezionato, la nazionale torna fra le prime 8 del mondo. E non vuole fermarsi…

Loading...

Articoli Correlati