SPORTԑ TOP NEWS

Mondiali femminili, l’Italia trionfa all’esordio con un gol all’ultimo minuto

Nella partita d'esordio le azzurre guidate dal ct Milena Bartolini vincono in rimonta per 2-1 contro l'Australia, grazie alla doppietta di Bonansea.

VALENCIENNES. Comincia nel migliore dei modi l’avventura azzurra ai mondiali femminili di calcio che si stanno disputando in Francia. L’Italia riesce ad avere la meglio sulle temibili rivali australiane grazie alla vittoria per 2-1 ottenuto in rimonta e per di più nei minuti i recupero. Protagonista indiscussa del match è Barbara Bonansea, autrice di una strepitosa doppietta. Un successo straordinario, ottenuto grazie alla compattezza e al cuore delle calciatrici azzurre, che hanno sovvertito ogni pronostico dei bookmakers, che prima della gara designavano l’Australia quale netta favorita.

La gara

Il ct azzurro Milena Bertolini schiera l’Italia con un 4-3-1-2, con sei giocatrici provenienti dal blocco campione d’Italia della Juventus. Le Matilda’s invece sono messe in campo dal ct Ante Milicic con un 4-3-2-1, che vede come punto di riferimento in attacco la pericolosa goleador Samantha Kerr. Prima di questa gara le azzurre hanno disputato tre amichevoli pre-mondiale nelle quali hanno ottenuto due vittorie, contro Svizzera a Irlanda, e un pareggio contro la Polonia. Mentre le australiane sono reduci da due sconfitte contro Usa e Olanda, ma bisogna considerare che si tratta di sue delle favorite indiscusse a questo mondiale: le prime sono le campionesse mondiali in carica, mentre le seconde le campionesse europee in pectore.

italia esordio
Twitter @vivo_azzurro

Parte bene il match per le azzurre, che pressano a tutto campo e mostrano un ottimo stato di forma. All’8′ L’Italia si porta subito in vantaggio con Bonansea che coglie un lancio lungo dalla difesa e con un movimento ad elle elude la difesa avversaria e realizza il gol. L’arbitro Borjas dopo un check Var è costretta ad annullare la rete per un fuorigioco millimetrico dell’attaccante della Juventus. Al 22′ il capitano Sara Gama trattiene in area Sam Kerr, l’intervento viene valutato falloso con conseguente assegnazione del penalty e del cartellino giallo per il difensore. Si incarica della battuta dal dischetto la stessa Kerr. Il tiro viene intuito dal portiere Giuliani, che si tuffa sulla sua destra e devia il tiro, ma sfortunatamente la palla finisce nuovamente sui piedi dell’attaccante delle Matilda’s, che da pochi passi sigla l’1-0. Per l’attaccante è il primo gol in assoluto in una rassegna mondiale, che porta il suo ruolino a 32 realizzazioni totali in 78 gare con la nazionale.

Le azzurre dopo lo svantaggio sono scosse e si percepisce nella fluidità del gioco e nei troppi errori in fase di impostazione. La Giuliani si dimostra decisiva in un paio di occasioni nelle quali prima neutralizza un tiro di Locarzo e successivamente devia sulla traversa un tiro cross a palombella di van Egmond, apparentemente innocuo. La partita viene dominata a lunghi tratti dalle australiane in quanto riescono a sfruttare al meglio le fasce, sopratutto il settore di destra composto da Raso (centrocampista) e Carpenter (difensore), che riescono a mettere perennemente in difficoltà il duo GuagniCernoia.

italia esordio
Twitter @vivo_azzurro

Nel secondo tempo mister Bertolini cerca di dare una scossa alle sue giocatrici e sostituisce Ilaria Mauro con Elisa Bartoli, passando al 4-4-2. Nei primi minuti è nuovamente l’Australia a rendersi pericolosa con Foord, ma Giuliani riesce e respingere prontamente la conclusione ravvicinata. Al 56′ la partita subisce una svolta: Bonansea sfrutta un’errore in fase di controllo del difensore Polkinghorne e si invola verso l’area avversaria. A tu per tu con portiere Williams incrocia un preciso destro, nonostante scivoli al momento del tiro, che passa tra le gambe di un’avversaria e si insacchi in fondo alla porta avversaria. Anche per l’attaccante italiana questo rappresenta il primo gol in assoluto nella rassegna iridata. L’1-1 ridà coraggio alle azzurre che nonostante continuino a subire cross dalle fasce, si rendono pericolosissime con lanci dalla trequarti a superare la difesa avversaria, sopratutto per linee centrali.

italia australia esordio
Samantha Kerr, attaccante australiana.

Nel finale l’incontro è apertissimo, con ribaltamenti di fronte da una parte all’altra. L’Australia sembra essere è più pericolosa, ma proprio quando il match sembra destinato a terminare in pareggio l’Italia, a 60 secondi dal triplice fischio, conquista una punizione dalla tre quarti destra. Si incarica della battuta Cernoia. Passa mezzo minuto prima della battuta del calcio piazzato, trenta secondi interminabili nel quale ogni tifoso italiano si è immaginato un finale da favola, visualizzando un gol allo scadere del tempo che farebbe esultare di gioia un paese intero. Un finale che non sarebbe potuto essere più indovinato nemmeno nei migliori thriller holliwoodiani, quel lieto fine da favola di cui il movimento calcistico femminile nostrano avrebbe disperatamente bisogno. Ed è così: Bonansea riesce ad eludere la marcatura ravvicinata dell’avversaria più acerrima, Sam Kerr, e stacca prepotentemente di testa, realizzando il gol della vittoria e la doppietta mondiale.

italia australia
L’esultanza finale delle giocatrici azzurre.

Il finale è straordinario, con la gioia incontenibile delle azzurre che si abbracciano ed esultano quasi si trattasse della vittoria di un titolo. Una vittoria meritata, costruita grazie allo spirito di sacrificio e all’atteggiamento mai domo delle nostre ragazze. A fine partita il ct Bertolini ha ringraziato tutti i tifosi italiani per il supporto caloroso ricevuto prima e durante l’incontro. Il prossimo match dell’Italia è previsto venerdì 14 giugno, alle ore 18:00, contro la Giamaica allo Stadio Auguste-Delaune di Reims.

Carlo Saccomando

Loading...
Tags

Articoli Correlati