ATTUALITA'ԑ TOP NEWS

Monopattini elettrici, dal 1° gennaio 2020 equiparati alle biciclette

È ufficiale: il 2020 sarà l’anno del monopattino elettrico. Dopo un periodo di sperimentazione iniziato nel 2019 grazie decreto voluto fortemente da Guido Toninelli, ex-ministro pentastellato delle Infrastrutture e dei Trasporti, dal primo gennaio i monopattini elettrici sono ufficialmente equiparati alle biciclette e potranno circolare liberamente per le strade urbane italiane.

A stabilirlo la Manovra 2020, pubblicata oggi sulla Gazzetta Ufficiale, che oltre questo mezzo inserisce tra i mezzi equiparati anche hoverboard, segway, monoruota e tutti i loro simili che fanno parte di ciò che viene definito “micromobilità. I mezzi dovranno attenersi al Codice della Strada e non potranno superare i 20 km/h, inoltre dovranno essere dotati di luci posteriori e anteriori, e non dovranno avere una potenza superiore ai 500 watt.

Per usare il monopattino non è necessaria la patente e non sarà obbligatorio stipulare un’assicurazione e nemmeno l’uso del caschetto, anche se è consigliato. Mentre nelle ore notturne, come nel caso delle biciclette, sarà obbligatorio indossare il giubbotto catarifrangente, e in nessun caso sarà possibile portare un passeggero.

monopattino elettrico
(Twitter)

Una norma che finalmente mette un po’ di chiarezza dopo il contestato periodo di sperimentazione che aveva avuto inizio nello scorso anno, regolamentato dai singoli comuni, e che aveva scatenato numerose polemiche.

Come ad esempio il caso di Torino, tra le prime ad aderire alla sperimentazione, città nella quale erano state effettuate numerose multe a carico di persone che secondo i vigili urbani, avevano fatto un uso improprio del mezzo. Non a caso a seguito della bufera scatenatasi intorno al caso il comandante dei vigili del capoluogo piemontese Emiliano Bezzon aveva rassegnato le proprie dimissioni, salvo fare marcia indietro dopo una decina di giorni e riprendere il proprio servizio.

Mentre a Milano, dopo un inizio difficoltoso, il Comune ha dato il via definitivo all’utilizzo del monopattino elettrico nei primi giorni dello scorso dicembre, posizionando 210 cartelli segnaletici tra città e cintura esterna, in maniera tale da fornire una mappa dettagliata delle zone nelle quale è possibile utilizzare il mezzo e quali sono da considerarsi off limits.

A questo punto si tratterà di comprendere in che modo evolverà la mobilità urbana con questa nuova norma. Attualmente si contano circa 100mila mezzi elettrici in circolazione e la sensazione è che questa liberalizzazione possa farne raddoppiare il numero. La speranza è che in questo 2020 a beneficiare dell’uso di questi mezzi a impatto zero sia sopratutto l’ambiente e meno le casse dei comuni.

Carlo Saccomando

Articoli Correlati