CRONACHEԑ MARCHE

Muore agente marittimo colpito da un cavo d’acciaio

ANCONA. Ancora un incidente sul lavoro, ancora un morto una disgrazia forse evitabile quanto assurda. Incidente mortale è accaduto al porto di Ancona, verso le 7.20, alla banchina 23 della nuova darsena dove attraccano navi porta container. Un 33 enne agente marittimo,padre di due bimbi, dipendente di un’agenzia di Ancona, è morto dopo essere stato colpito al collo da un cavo d’acciaio utilizzato per assicurare le navi al molo, che si è improvvisamente spezzato durante le operazioni. La violenta “frustata” ha colpito con incredibile violenza l’uomo.

L’agente non era dunque direttamente interessato all’ormeggio della nave ma stava assistendo alle operazioni di carico/scarico della merce. Sono intervenuti i sanitari del 118 e della Croce gialla che hanno solo potuto constatare il decesso del 33 enne. Sul posto i militari della capitaneria di porto che hanno prestato i primi soccorsi e stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente.

Articoli Correlati