A TAVOLAԑ EMILIA-ROMAGNAԑ PRIMO PIANO

Nel carcere minorile di Bologna apre un’osteria: è la prima in Italia

BOLOGNA. Apre giovedì 10 ottobre nel capoluogo emiliano la “Brigata del Pratello”, la prima osteria in Italia all’interno di un carcere minorile. Cuochi e camerieri saranno proprio i ragazzi detenuti nella struttura, il Pratello appunto, che si trova in pieno centro storico. Il servizio ristorativo vedrà impegnati per ogni cena circa 6/8 giovani, affiancati da chef e maitre professionisti e coordinati da educatori.

L’iniziativa è promossa da “Fomal”, un ente che si occupa di formazione professionale nel campo della ristorazione, con il sostegno della Regione e della Fondazione Del Monte. A seguire i ragazzi è lo chef Mirko Gadignani, che è anche cuoco del Bologna Calcio. L’osteria sarà ospitata nell’antico chiostro del carcere e potrà garantire circa 40-50 coperti. Dopo alcune serate a invito, entrerà a regime da gennaio: per cenare al Pratello sarà necessario fare richiesta in anticipo sul sito della “Brigata”.

“Il progetto – spiegano da Fomal – mira a sperimentare un’attività innovativa per la formazione e l’inserimento lavorativo dei giovani detenuti; migliorare le competenze relazionali, tecniche e professionali dei partecipanti ai corsi; sostenere l’autonomia dei ragazzi attraverso l’orientamento e l’accompagnamento al lavoro e l’affiancamento nell’assunzione di responsabilità; favorire esperienze di convivialità con chiunque voglia condividere incontri e sapori inediti in un contesto unico, contribuendo a dar voce a una storia nascosta della città”.

All’inaugurazione parteciperanno tutte le autorità cittadine, a partire dal sindaco Virginio Merola e dall’arcivescovo Matteo Zuppi. Tra gli invitati anche il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede.

Piero Abrate

Piero Abrate

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Articoli Correlati