• 16 Gennaio 2021
  • CRONACHE

Nel Casertano, anziano sgozzato in casa per l’eredità

CASERTA. Aveva 93 anni Pantaleo Di Pilato, l’anziano trovato morto dai carabinieri in un’abitazione di via Marechiaro a Mondragone, nel Casertano, con molte ferite d’arma da taglio, localizzate soprattutto sul collo e sul viso. Si parla di circa 30 colpi. L’uomo viveva da solo e veniva assistito ogni tanto da un badante, che però oggi non c’era. La porta di casa non era forzata. Il corpo è stato trovato in una pozza di sangue dai carabinieri che sono intervenuti su segnalazione dei vicini.

La salma dell’anziano è stata portata all’istituto di medicina legale di Caserta, dove il magistrato di turno ha disposto l’autopsia: l’esame autoptico sarà fondamentale per accertare l’esatta causa della morte. Stando alle prime sommarie informazioni che trapelano, pare che i carabinieri abbiano già individuato del presunto autore del delitto. Un uomo si sarebbe infatti presentato in caserma con un taglierino, probabilmente l’arma con la quale ha inferto le numerose ferite sul corpo dell’anziano, poi risultate fatali. L’uomo sarebbe stato arrestato con l’accusa di omicidio: stando a quanto trapela al momento avrebbe ucciso l’anziano per questioni legate all’eredità e a motivi personali. Sono comunque in corso ulteriori accertamenti per chiarire quanto avvenuto.

Tags

pierino

Giornalista professionista dal 1990, in passato ha lavorato per quasi 20 anni nelle redazioni di Stampa Sera e La Stampa, dirigendo successivamente un mensile nazionale di auto e il quotidiano locale Torino Sera. È stato docente di giornalismo all’Università popolare di Torino.

Leggi ancora